La casa che era nostra di Louise Candlish

Dea Planeta ci trasporta tra le pagine del meraviglioso libro di Louise Candlish, dall’atmosfera thriller ed avvolgente.

Sinossi: Casa, famiglia, matrimonio. Ogni cosa ha il suo prezzo. Non può essere vero. Deve esistere una spiegazione. Perché nell’imboccare la via dove abita, in un ricco e tranquillo quartiere residenziale alle porte di Londra, Fiona Lawson vede qualcosa di inconcepibile: una coppia di estranei intenta a traslocare al numero 91 di Trinity Avenue. Casa sua. La stessa in cui lei e il marito, Bram, abitano insieme ai figli a settimane alterne, da quando il tradimento di lui li ha portati alla separazione. Mentre l’amica e vicina Merle accorre in suo aiuto, i tentativi di Fiona di mettersi in contatto con quello che legalmente è ancora suo marito non danno alcun frutto. Bram è sparito, volatilizzato nel nulla. Tutto lascia pensare che abbia trovato il modo di vendere Trinity Avenue all’insaputa di Fiona, per trasferire il ricavato su un conto segreto e far perdere le sue tracce. La domanda che rimbalza ossessiva nella mente di Fiona e del lettore è una sola: perché? Segreti, ricatti, ripicche e menzogne abbondano in questo racconto a due voci di un matrimonio – e di un pugno di vite – deragliati in un tumultuoso innescarsi di reazioni a catena. Perché basta un istante per capovolgere tutto ciò che crediamo di sapere sul conto di noi stessi e di coloro che amiamo.

Questo libro è stato avvincente, ricco di suspence e di descrizioni che catturano l’attenzione. Ho percepito sin dall’inizio, tutta l’ansia della protagonista, Fiona, la sua tristezza mista a rabbia nel vedersi strappare la casa che era sua, del suo nido, dei suoi figli, del suo amore, dei giorni felici con suo marito. Già, un marito che senza preavviso ha deciso di vendere la loro bellissima casa, la casa del ricordo e senza dire nulla è fuggito, senza lasciare a Fiona alcuna spiegazione su quanto accaduto. Quando ti portano via una casa, ti portano via la tua vita, un pezzo di te.
E se il marito nasconde qualcosa? E se c’entrano i guadagni, il lavoro, qualche misfatto e con questo la casa? Se la casa fosse la vittima? Se lo fosse Fiona? In realtà lei lo è, e con lei i suoi ricordi, la sua vita passata e tutto l’amore che ha provato.
Un amore intenso che dopo la separazione, non ha più visto, percepito ed ora più che mai non può tollerare la presenza di suo marito, la sua sola esistenza. E vuole spiegazioni perché non può farle tutto questo e sparire come un fantasma. Cosa ne sarà di lei? E della casa? I nuovi inquilini sono certi di averla comprata e tutto questo smuove l’animo della donna che sembra trasmetterci il suo stesso sconforto, attraverso le sole pagine e le sole parole lette, questo ci fa capire quanto sia brava la scrittrice, che ci ha trascinato in un’atmosfera intrigante e magnetica, superba e di sicuro ricca di suspence, dove pagina dopo pagina riesci a domandarti tante cose, ad avere dubbi, a realizzare ipotesi, a sentire emozioni, a scrutare dettagli, a chiederti il perché di simili azioni, a domandarti cosa faresti se fossi Fiona. Credo che questo libro sia un ottimo genere di narrativa, ben scritto, ben argomentato, dalla trama assolutamente sopraffina, dalla protagonista forte ed emozionante, dai dettagli indimenticabili e dall’atmosfera suggestiva e fortemente d’impatto emozionale. Assolutamente consigliato!

Giudizio: 5/5

9788851173104_ca09b12bcff36bdb9abf03b24144b6e9.jpgDati
Casa editrice: Dea Planeta
Genere: Narrativa
Lunghezza: 464 p.
POV: terza persona

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.