Incubo dal passato di Flavia Maria Macca

Sinossi: David Leclerc, ‘La maschera di Belleville’, riesce a evadere dal penitenziario di massima sicurezza dove è stato ricoverato per un anno. Assieme a lui evade anche Paul Forlain, pericolosissimo psicopatico pluriomicida e suo compagno di prigionia. Lo scopo di Leclerc è vendicarsi di chi ritiene responsabile della sua cattura: il commissario Claude Roche e gli ispettori Alex Renard e Henry Rupert. Per loro avrà inizio un incubo atroce e all’apparenza senza fine che segnerà indelebilmente le loro vite. ‘Incubo dal passato’ è un romanzo pieno di suspense dal quale emergerà la forza, il coraggio e la grande generosità di un’altra protagonista, l’ispettrice Elly Durand, che sarà messa a dura prova dalla crudeltà di Leclerc.

“Incubo dal passato” non è solo un thriller dalle sfumature psicologiche, ma un’ adrenalinica corsa contro il tempo descritta da lati opposti: quello dei criminali, quello dei componenti del commissariato parigino e in seguito delle vittime di rapimento; una scelta narrativa che ho trovato originale e che aumenta il pathos e l’introspezione dei vari personaggi.

Percorriamo infatti la storia attraverso i vari punti di vista, le emozioni, le paure e la rabbia omicida. Abbiamo due pericolosi criminali, sebbene ingegnosi nella loro fredda crudeltà, i quali riescono a fuggire da una clinica psichiatrica in cui vengono rinchiusi assassini considerati estremamente folli.

 David e Paul si sono conosciuti lì e, sembra pazzesco a dirlo, hanno instaurato un legame particolare, solidale, di amicizia, che si porteranno dietro fino alla fine dei giochi e, siccome in certi casi l’unione fa la forza, attuano un piano micidiale.

L’obbiettivo primario di David, una volta evaso, è la vendetta: farla pagare ai poliziotti che l’hanno fatto rinchiudere, secondo lui, ingiustamente, sebbene sia consapevole di essere un omicida. David ha una mente distorta seppur intelligente, un cattivo con tutte le carte in regola che ha trovato la spalla perfetta; Paul, un ragazzo oppresso da una vita di abbandono, di morte, e un pluriomicida. Due personaggi maligni ma spesso psicologicamente interessanti.

A contrastarli e a mettere in pericolo le proprie vite al servizio del giusto, troviamo l’intero commissariato di Belville, persone che, oltre alle loro routine lavorative, hanno famiglia, delle persone amate, e molto da perdere. Claude, Alex e Henry si dedicano anima e corpo a ciò che fanno, pagina dopo pagina veniamo a conoscenza delle loro personalità altruiste, del loro passato, all’orrore a cui il mestiere di poliziotto non smette mai di sottoporli, infine Elly, poliziotta e donna coraggiosa a cui mi sono affezionata sin dalla sua entrata in scena, che non ci pensa due volte a proteggere gli indifesi, anche quando sembra non esserci speranza.

Messi alle strette dalla fuga del loro peggior nemico, i poliziotti dovranno mantenere il sangue freddo e la loro logica, ben sapendo che il nemico non è un delinquente qualunque e che li ha in pugno.

Il romanzo ha un certo ritmo, lo mantiene sino alle ultime pagine, ogni protagonista si mette in discussione e ho trovato  che ogni scelta sia coerente e non posso fare a meno di consigliarlo agli amanti del genere o anche per chi vuole approcciarsi a un suspence e leggere qualcosa di nuovo.

Ricordo che di Flavia trovate anche il romanzo: “La maschera di Belville”, che parla di ciò che è successo prima di questo.

Per il mio debutto a Life Factory Magazine, sono lieta di aver iniziato con questo romanzo intrigante, perciò ringrazio sia lo staff che l’autrice di questa possibilità.

 

Giudizio: 5/5

 

41stbMg4irL.jpg

 

Dati

Genere: thriller- suspence

Lunghezza: 248 pg.

Editore: Ciesse edizioni

Link

 

Un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.