FIGLI DI SANGUE E OSSA – TOMI ADEYEMI, RIZZOLI EDITORE

Buongiorno lettori, oggi vi parlo di questo libro è risultato Vincitore del premio Goodreads Choice Awards 2018 – Debut author.
«Vi do la forza per combattere, ma dovete imparare tutte la forza della moderazione.» Mama gira la testa verso di me, tenendo le spalle immobili.

«Devi proteggere coloro che non possono difendersi.»

Le parole che Mama Agba mi ha detto stamattina si insinuano nella mia testa. Mi immagino il suo sguardo serio. «È la filosofia del bastone.»

SINOSSI: Un tempo i maji, dalla pelle d’ebano e i capelli candidi, erano una stirpe venerata nelle lussureggianti terre di Orisha. Ma non appena il loro legame con gli dei si spezzò e la magia scomparve, lo spietato re Saran ne approfittò per trucidarli. Zélie, che non dimentica la notte in cui vide le guardie di palazzo impiccare sua madre a un albero del giardino, ora sente giunto il momento di rivendicare l’eredità degli antenati. Al suo fianco c’è il fratello Tzain, pronto a tutto pur di proteggerla, e quando la loro strada incrocia quella dei figli del re si produce una strana alchimia tra loro. Ha inizio così un viaggio epico per cercare di riconquistare la magia, traverso una terra stupefacente e pericolosa, dove si aggirano le leopardere delle nevi e dove gli spiriti vendicatori sono in agguato nell’acqua. Un’esperienza umana che non risparmia nessuno, in un turbine di amore e tradimento, violenza e coraggio. Nella speranza di ridare voce a un popolo che era stato messo a tacere.
Ho adorato questo romanzo, era da tempo che non mi capitava di rimanere incollata alle pagine di un fantasy e non riuscire a chiudere, ripetendo… ancora un capitolo e poi vado a letto, e ovviamente i capitoli si moltiplicavano.
La storia è presentata secondo tre punti di vista:
 quello di Zeliè, la nostra protagonista Badass, un’indovina a cui il Re ha strappato tutto, la Magia, la casa, l’amata madre;
 quello di Inan e Amari i due figli del Re, molto diversi fra loro l’uno alla continua ricerca dell’approvazione paterna e l’altra che continua a chiedersi come il padre possa essere fautore di tanta sofferenza.

«I vostri avversari sono armati di Spade, perché allora io vi addestro nell’arte del bastone? Invalida più che ferire, ferisce più che mutilare, mutila più che uccidere. Il bastone non distrugge.»

La storia è molto avvincente, i nostri protagonisti si ritrovano ad essere prescelti dagli dei per affrontare una missione, riportare la magia ad Orisha, superando mille ostacoli (a volte forse un po’ troppo facilmente) e mille peripezie, riusciranno nel loro intento?
Ho amato il rapporto fra Zeliè ed Amari e la loro evoluzione durante la storia; durante il viaggio vediamo come due “fazioni” che si odiano, riescano a mettersi l’una nei panni dell’altra; i loro personaggi sono cresciuti e cambiati enormemente dall’inizio dell’avventura, le ritroviamo più sicure e molto unite nella loro battaglia.
La storia però fa da sfondo ad una tematica profonda che l’autrice ha voluto affrontare nel suo libro, quella del razzismo, secondo l’autrice infatti “Figli di sangue e ossa” è “un’allegoria dell’essere neri oggi”; come il diverso non sia accettato, dove la libertà non è un diritto e dove odio e cattiveria sono il pane quotidiano e il sentimento più ricorrente è la Paura. Come capiremo da una nota dell’autrice, ogni ostacolo del romanzo.

CURIOSITÀ
I diritti per il cinema di Figli di sangue e di ossa sono stati acquistati da 20th Century Fox, per cui ci sarà un film. L’autrice è di origine nigeriana e attinge alle radici della propria cultura e alla mitologia yorubà. Il 4 giugno 2019 è stato pubblicato il sequel “Children of Virtue and Vengeance”, la cui data di uscita italiana non è però ancora stata resa nota da Rizzoli.

L’ autrice, Tomi Adeyemi è giovanissima, ha solo 24 anni ed è stata etichettata come la
nuova J.K.Rowling, l’autrice di Harry Potter.

by FENICEFRALEPAGINE

519Qau+L3LL.jpg

Dati:

Genere: Fantasy

Edito: Rizzoli

Lunghezza: 552 pg.

Link

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.