Tennis: Berrettini e un 2019 super… veloce

Si è conclusa con un perentorio 6-3 6-4 l’avventura di Matteo Berrettini al Master 1000 di Shanghai. Il tennista romano attualmente numero 13 del mondo è stato sconfitto in semifinale dal nº6 del ranking ATP, Alexander Zverev.

Il tedesco raggiunge così la sua sesta finale in un Master 1000, ma ciò non può cancellare quanto di buono è stato raccolto dal tennista italiano questa settimana: grazie alla prima semifinale raggiunta in un Master 1000, Berrettini da lunedì avanzerà in 11ª posizione, scavalcando Fabio Fognini e diventando il tennista italiano numero 1; inoltre, con i suoi 2565 punti, Matteo si porterà a soli 10 punti dalla Top 10 – occupata attualmente dallo spagnolo Bautista Agut con 2575 punti.

Insomma, un 2019 che ha visto la definitiva esplosione del 23enne tennista di Roma, che può vantare di 3 finali di tornei ATP, di cui 2 vinti, 1 semifinale Slam e 1 semifinale Master 1000. Risultati, specie gli ultimi due, da tenere bene in conto: mai Berrettini era riuscito a raggiungere una semifinale in tornei così importanti come gli Us Open e lo Shanghai Rolex Masters. Il tutto a 36 giorni di distanza, sempre sulla stessa superficie: il cemento.

Evidentemente, una predilezione per le superfici veloci, che sta portando l’italiano a traguardi fino a luglio impensabili, a maggior ragione dopo la sconfitta contro Federer a Wimbledon per 6-1 6-2 6-2. Prima degli Us Open infatti, non aveva vinto neanche un match a livello Slam o Master 1000 su una superficie veloce!

Eppure la stagione non si è ancora conclusa, il che fa rimanere accesa una speranza per l’accesso alle Finals, un sogno che l’Italia non realizza da più di 40 anni: l’ultimo a riuscirci fu Corrado Barazzutti nel 1978. Una partecipazione che per ora resta alla portata di Berrettini, che occupa attualmente l’ottava piazza – l’ultima accessibile – grazie ai suoi 2545 punti. Ora sognare è più che lecito.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.