Ludovica Lirosi: “Chiamatemi Julia Liros”

Life Factory Magazine ha intervistato per voi Ludovica Lirosi in arte Julia Liros.

Artista poliedrica oggi si racconterà a noi di life in una bellissima intervista ripercorrendo con noi e voi i punti salienti della sua carriera. Buona lettura a voi.

Ludovica Lirosi, regista, attrice, produttrice e cantante, arriva in contatto con il teatro a soli 12 anni, studia 3 anni teatro a Roma per poi recitare in più di 10 spettacoli teatrali. A 17 anni interpreta e dirige il suo primo spettacolo teatrale “Le jeu du theatre, prima del provino” al Teatro Elettra a Roma.

A soli 18 anni inizia a lavorare per una radio come speaker, poi entra alla New York Film Academy.
Rientrata in Italia viene ammessa al Centro Sperimentale di Cinematografia come attrice, successivamente inizia a dirigere e produrre per conto suo. Arriva così ad interpretare e a dirigere una web series, riceve cosi tante soddisfazioni e premi così decide di non fermarsi e continuare per la sua strada.

Oggi a soli 27 anni è una giovane donna in carriera, determinata e curiosa di sperimentare nuovi stili di vita e di arte. Noi di Life abbiamo raggiunto Ludovica telefonicamente e abbiamo avuto il piacere di scoprire una ragazza davvero generosa, intelligente e molto simpatica. Una chiacchierata tra amiche.

Ciao Ludovica raccontaci del tuo Docu-film “Too much stress from my heart”
“Ho sempre avuto la passione per la regia. Mi diverte stare davanti e dietro la telecamera e poter organizzare il tutti.
L’idea del docu-film nasce durante una vacanza in Calabria, dove venni a conoscenza, che a pochi chilometri da me sorgeva un centro di accoglienza per immigrati. Incuriosita da questa cosa, andai al centro munita di telecamera e iniziai a far conoscenza con i ragazzi del centro. Sapevo benissimo che avessi portato con me una troupe non si sarebbero aperti con me fino in fondo. Ho raccolto l’esperienza di vita di 26 ragazzi quasi tutti della mia età e sottolineo che in quei giorni che sono stata a contatto con loro non è mai uscita una parola fuori luogo nei miei confronti un rispetto ed una educazione che mi hanno sorpreso. Una volta terminate le riprese sono partita da sola per l ‘Africa in quanto avevo bisogno di capire il perché questi giovani ragazzi affrontassero dei viaggi cosi pericolosi da correre anche il rischio di morire (come in molte occasioni passate).
Il documentario è stato disponibile su “NETFLIX” nei seguenti paesi: Usa, Australia, England, New Zeland, Canada, South Africa, Ireland. Attualmente si può visionare sulla piattaforma “TATATU” in Italia e tutti i paesi di lingua inglese.”

Cosa hai scoperto in questo viaggio verso l’ Africa?
“Sono tante le ragioni che spingono questi giovani ragazzi a compiere (come lo chiamo io), il “ viaggio eroico”, ma ciò che li accomuna è la voglia e la forza di sopravvivere nonostante tutto. Molti di loro arrivando in Italia avevano perso tutto comprese le loro famiglie ma ciò che mi ripetevano spesso era: “ sono vivo e sono felice”. Una forza di vivere che forse noi non abbiamo.”

Parliamo della tua passione della musica. Quando nasce?
“È una passione che ho sempre avuto anche da piccola e che per troppo tempo ho tenuto dentro. Ora è il momento di tirarla fuori. In particolar modo sono affascinata dalla musica latina, rafforzata dal fatto che da piccina ho sempre avuto baby-sitter colombiane.”

Parlaci di “Me gustan dos”:
“È il mio secondo pezzo latin pop. Da tempo sognavo di far canzoni in stile reggaeton e con il primo brano ci sono riuscita creando però una melodia un po’ più originale.”

Perché hai cambiato il tuo nome in Julia Liros?
“Volevo scindere la mie due passioni, la regia e la musica, creandomi un personaggio tutto mio, così da non confondere le cose…”

Come riesci a coniugare entrambi le passioni?
“Non so neanche io come ci riesca, ma per fortuna porto tutto a termine”

Che consigli daresti a una giovane ragazza o ragazzo che vuol intraprendere la tua carriera?
“Premettendo che anche io ho ancora molto da imparare, consiglierei di essere determinati e di portare a termine sempre ogni progetto anche se si ha la sensazione che non ne valga la pena. Mai abbandonare e i traguardi, anche quelli più difficili arriveranno lo stesso.”

Quali sono i tuoi impegni futuri?
“Ho appena terminato una Sitcom intitolata “Desesperados” che ho scritto e diretto ed interpretato. con un cast di 30 attori, tra questi Luis Molteni, Silvia Rodriguez Perez, Barbara Betancourt, Niccolò Vidoni e molti altri ancora…
Questa serie ha vinto in questi mesi più di 10 premi e selezioni ufficiali, tra festival americani e premi tra questi:
LA SHORT AWARD ( April 2019)
Winner Dimond Award
Best Tv Pilot
Los Angeles, USA

Aphrodite film Awards NYCAFA ( April 2019)
SEMI-FINAL
New York, USA

Hollywood Screenings Film Festival (March 2019)
Official Selection
Semi- Finalist
Los Angeles, USA

Canada International Film Festival
WINNER
Royal Reel- Television
Canada, Vancuver ( April 2019)

Attualmente sto seguendo la LuiFilm, una società di produzioni e distribuzioni di film, serie, corti, documentari che ho fondato qualche anno fa. Sto lavorando alla mia terza canzone che spero di farvi sentire ascoltare al più presto. In realtà faccio tante cose e riesco a portarle tutte a termine anche se sono una sola persona (sorride). Piano piano spero di crescere sempre di più…”

Life Factory Magazine ❣️.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.