Mondiali di basket: la Spagna è campione del mondo

Prestazione maiuscola delle Furie Rosse in finale contro l’Argentina: la Spagna conquista il tetto del mondo nella finalissima di Pechino battendo l’Argentina per 95-75 al termine di una finale senza storia. Secondo successo nella manifestazione per la Spagna dopo il trionfo nel Mondiale giapponese del 2006: l’Asia evidentemente porta bene agli spagnoli, mentre deve accontentarsi del secondo posto l’Argentina. C’è anche un pizzico d’Italia nella vittoria degli spagnoli, allenati dal 58enne bresciano Sergio Scariolo.

La Spagna mette le cose in chiaro fin da subito con il 14-2 dei primi 4 minuti di gioco, rimontato dall’Argentina con un parziale di 11-0 nei successivi 4 minuti. Il primo quarto si chiude su 23-14 per gli spagnoli, che si portano sul +17 all’inizio del secondo quarto grazie alla tripla di Fernandez. Il primo tempo si chiude sul 43-31 per la Spagna, che allunga fino al 55-33 con un inizio di terzo quarto molto simile a quello del primo. L’Argentina cerca di tenere botta e di aggrapparsi alla classe dei suoi uomini migliori, ma la finale le sfugge via con il passare dei minuti. Vince la Spagna con pieno merito, interrompendo il dominio statunitense delle ultime 2 edizioni. L’Argentina perde la seconda finale nelle ultime 5 edizioni, dopo la sconfitta di Indianapolis contro la Jugoslavia nel 2002. Vince il premio di MVP della finale e dell’intero torneo Ricky Rubio, autore di 20 punti. All’Argentina non bastano i 24 punti di Deck e i 17 di Laprovittola, mentre palesano enormi difficoltà Campazzo e Scola, che chiudono rispettivamente con il 18% e 10% dal campo: troppo poco per 2 campioni del loro calibro in una partita così importante. Marc Gasol conquista l’accoppiata Titolo NBA – Mondiale in 3 mesi: è il primo giocatore a riuscire in quest’impresa 9 anni dopo Lamar Odom.

La Francia chiude il Mondiale battendo l’Australia nella finale valevole per il terzo posto: si tratta della seconda medaglia di bronzo consecutiva per i transalpini dopo il bronzo conquistato contro la Lituania 5 anni fa nel Mondiale spagnolo. La Nazionale di Collet rimonta dal -15 dell’inizio del terzo quarto fino al 67-59 definitivo: 35 punti in 2 per Fournier e De Colo, il cui contributo è fondamentale all’inizio dell’ultimo quarto. L’Australia non riesce a migliorare il quarto posto della Nuova Zelanda del 2002, nonostante abbia disputato un grandissimo Mondiale.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.