Feudo Ramaddini, profumo di Sicilia

Nella parte più sud est della Sicilia, ci imbattiamo in una realtà profumata di uva, vini e pomodorini pachino. L’azienda Feudo Ramaddini ci ospita in questa stupenda realtà, dove l’incontro tra vigneti e l’azzurro mare Mediterraneo sembra quasi naturale e legittimo. Feudo Ramaddini si estende per 20 ettari di un terreno calcareo a grama fine, quasi fosse sabbia. La visuale incanta a causa di un dolcissimo gioco di pendenze del terreno e, da vari punti, si possono ammirare i filari rigidamente allineati. La produzione è tipica del luogo con: Nero d’Avola, Syrah, Cabernet Franc, Chardonnay, Catarratto, Grillo, Moscato Bianco.

In questa visita veniamo accompagnati dal dott. Carlo Scollo, titolare dell’azienda e al quale rivolgiamo alcune domande.

feudo-ramaddini2.jpg

La sua è una bella realtà, sappiamo che è la passione per la sua terra che l’ha portata a intraprendere questo passo, ci può raccontare qualcosa di più? La realtà Ramaddini nasce dalla passione per questo lavoro che mi è stata trasmessa da mio padre, che io aiutavo nella piccola Vigna di famiglia. La coltivazione della vite ha un fascino tutto particolare, da un tralcio che sembra rinsecchito nasce la vita durante la Primavera, nasce e cresce il grappolo. Prima vedi l’allegagione, la fioritura, poi vedi ingrossare gli acini e devi portare avanti questa crescita che poi ti consentirà di fare il vino. La passione per il vino nasce quindi dalla passione per la coltivazione dell’uva, la Cantina Ramaddini è partita dalla coltivazione dell’uva e non tanto dal semplice imbottigliamento. Fare il vino per noi è coltivare la vite e poi fare il vino.

Un terreno come questo è totalmente diverso da quello che, noi comuni consumatori, siamo abituati a vedere. Che tipo di vino possiamo degustare? Il terreno su cui noi lavoriamo, che è quello dell’estremo sud-est della Sicilia, si trova al confine tra il territorio di Noto è quello di Pachino, è un terreno molto particolare che viene influenzato dai venti che arrivano da Est e dai venti che arrivano da ponente, quindi dal canale di Sicilia. Sono dei venti che portano sul terreno salsedine, da tutti e due i lati, i vigneti si trovano a pochissimi chilometri dalla costa e questo ha già un suo apporto.

Inoltre il terreno su cui noi coltiviamo è un terreno mediamente argilloso, nel sottosuolo ha una predominanza di matrice vulcanica, perché siamo sulla direttrice che collega i vulcani delle Isole Eolie all’Etna fino ad arrivare a Pachino dove ci sono dei crateri spenti. Quindi questa conformazione degli strati del terreno ci permette di avere un vino particolarmente sapido, un vino particolarmente salino a causa della doppia presenza del sottosuolo, del mare e dei venti dominanti che ci portano la salsedine. Siamo anche in una zona in cui l’insolazione è al massimo rispetto tutta l’Italia quindi le piante lavorano al massimo con il sole e ci danno delle uve molto mature e soprattutto molto aromatiche. Anche i vitigni internazionali che vengono coltivati nelle nostre terre possono esternare al massimo le loro caratteristiche.

Che prodotto vuole offrire ai suoi clienti? Ai miei clienti offro il prodotto che amo bere io personalmente, quindi un prodotto che deve essere sano, un prodotto soprattutto biologico perché questa è la seconda vendemmia che è certificata bio, ma coltiviamo in bio già da 5 anni.

Il nostro è un vino che rispetta soprattutto la natura: non usiamo fitofarmaci, usiamo fare le lavorazioni al terreno anche con i trattori ma sempre nel rispetto della pianta, senza utilizzare erbicidi. Quindi il nostro vino è un vino naturale al massimo. Io lo paragono al vino di casa ma ovviamente fatto con tecniche che ci permettono di ottenere una qualità all’altezza di quello che richiede il consumatore.

Immagino che la figura professionale dell’enologo, oltre all’ottimo prodotto viticolo, sia un aspetto altrettanto importante per un’azienda come questa: L’Enologo per noi è ovviamente una figura centrale, indispensabile, perché il vino è comunque un prodotto particolare, che ha una sua chimica particolare e deve essere curato da chi sa fare questo il mestiere. Le indicazioni su che tipo di prodotto vogliamo ottenere vengono date da me per studiare la tipologia di vino in funzione al target di consumatori e a ciò che si aspettano i nostri appassionati del vino.

degustazioni-ramaddini.jpg

Le propongo una sfida, mi trovi tre pregi e tre difetti dei suoi vini: Partiamo dai pregi, innanzitutto è un vino naturale, non in maniera filosofica, ma in maniera reale; è un vino amabile da bere, in quanto cerchiamo di curare e raccogliere le uve in maniera tale da avere un vino che poi sia apprezzato dai nostri consumatori, un vino che si lascia bere facilmente e che non ha costi elevati. Riguardo i difetti… come si fa a parlare male dei propri figli? Se proprio dobbiamo trovare un difetto è quello che difficilmente si riescono a trovare i mercati che apprezzino la qualità di questi vini, ovviamente il costo per produrli in biologico, partendo dalla vigna, non è trascurabile, e dobbiamo tener conto che i nostri vini si andranno a scontrare con quelli “industriali” che ci fanno ovviamente concorrenza.

 Life Factory Magazine non è venuta impreparata, ha degustato i suoi vini e precisamente Patrono e Perla Marina, quindi un rosso e uno spumante moscato brut. I complimenti sono d’obbligo per entrambi i vini, i quali sono di due tipologie differenti. Vogliamo lasciare a lei la presentazione di questi due prodotti: Il Patrono, come suggerisce il nome, è per noi il principe dei vini della nostra cantina, che deriva dal Principe dei vitigni della nostra zona, il Nero D’Avola, che nella nostra zona, il Val di Noto, si è coltivato da sempre, da secoli. Noi lo abbiamo coltivato e soprattutto lo abbiamo vinificato, come si è fatto negli anni, come si è fatto nei secoli; ovviamente la differenza sta anche nella tecnica di vinificazione, in quanto dai palmenti al cielo aperto che si usavano fino agli anni ‘80 e ‘90, ormai si utilizzano le nuove tecnologie, quindi i silos in acciaio refrigerati che ci permettono di mantenere nel vino quell’aromaticità tipica del vitigno. Abbiamo un passaggio in legno che dura un anno e forse più, che ci permette di ammorbidire l’acidità e I tannini tipici del Nero D’Avola per conferire a questo prodotto una morbidezza e una aromaticità del tutto particolare che appunto lo caratterizzano. Il Patrono, essendo un vino importante, noi lo consigliamo con i nostri prodotti tipici: le carni arrosto, le salsicce, i formaggi stagionati, e quindi è un vino che si presta molto bene per le serate, le cene e i pranzi di una certa importanza con un banchetto impegnativo.

Il Perla Marina invece è un prodotto che deriva da una trasformazione del Moscato di Noto, un Moscato con Acino molto piccolo che qua viene detto “muscatedda”. Lo vendemmiamo quando ancora nessuno in zona vendemmia, l’1 è il 2 agosto siamo già in vendemmia, e ci permette di avere un vino molto aromatico ma soprattutto fresco, un vino molto acido che poi in rifermentazione con il metodo charmat ci permette di avere un prodotto che mantiene un aroma agrumato, sentiamo Infatti il sentore della Zagara, degli agrumi freschi, dell’estate.  Abbiamo scelto di realizzare questo prodotto Brut, quindi non dolce e non eccessivamente secco, ma un brut con pochi grammi di residui di zucchero per avere un prodotto che nella sua aromaticità non rispecchi quei Moscati dolci che ormai non vanno più. È un prodotto che si presta molto bene per essere consumato a livello di aperitivi un po’ più importanti, rinforzati, ma lo consigliamo molto bene anche per accompagnare pranzi e cene a base di pesce, soprattutto pesce un po’ crudo è leggermente salato, ovviamente il top è con le ostriche.

carlo scollo con bottiglia perla marina.jpegPatrono, Nassa e Perla Marina sono reduci da importati premi enologici, c’è orgoglio e voglia di continuare a migliorarsi:  L’orgoglio c’è, perché evidentemente si tratta di risultati molto importanti che abbiamo raggiunto, la voglia di migliorarsi c’è perché, se siamo giunti a questo punto, a questi risultati è proprio perché ci siamo sempre messi in discussione. Ho sempre intravisto e ricercato nei miei prodotti margine di miglioramento, se siamo arrivati a questo punto è grazie a questa filosofia.

Non le fa paura la concorrenza con i vini del nord? Riguardo la concorrenza con i vini del nord la paura è relativa, perché me lo dimostrano i nostri clienti, che appena assaggiano i nostri vini, poi continuano ad acquistarli da qualsiasi parte del mondo essi siano. Quello che mi interessa è che la nostra qualità venga accettata. Ovviamente i vini del nord sono avvantaggiati perché hanno sbocchi commerciali sicuramente maggiori, perché sono ai confini con le grandi città dove c’è maggior consumo. Per noi della Sicilia ovviamente non è facile fino a Milano, Torino, ma abbiamo uno shop online che ci permette di dare continuità al lavoro che facciamo in cantina (www.ramaddini.com). Quello che ci può far paura sono le mode, perché se ci sono i soldi da spendere in pubblicità si creano le mode, ma spesso nelle mode non c’è la ricerca della qualità; i nostri mercati sono invece quelli che apprezzano la qualità del prodotto, quello che c’è dentro la bottiglia piuttosto che come la bottiglia viene vestita.

Quali sono i progetti futuri? Ovviamente i progetti futuri riguardano un ulteriore miglioramento della qualità, ma soprattutto abbiamo in cantiere lo sviluppo dei frizzanti, perché qui, in Sicilia Sud-Orientale, il consumo dei frizzanti si sta allargando. Quindi oltre al Perla Marina ci sono tanti margini di sviluppo per il nostro bianco di nera, un bianco fatto di Cabernet che è il Friscur’è, che è un frizzante. Poi un frizzante di Nero D’Avola, il Friscur’è rosato. Dal punto di vista commerciale l’introduzione e l’ampliamento dei nostri prodotti in mercati esteri.

Life Factory Magazine ringrazia il Dott. Scollo per questo tour enologico tra vini di alta qualità e naturalmente invita i suoi lettori ad assaggiare queste “perle”.

Grazie a voi, vi aspettiamo in cantina! Sarà nostro piacere andare

 

 

Feudo Ramaddini – Contrada Lettiera, 96018 Marzamemi SR

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.