Crystallum Sogni Perduti di Giovanni Cacioppo

Buongiorno Readers, oggi vi parlerò del primo libro di una Saga Fantasy destinata ad entrare nei vostri cuori.
Sinossi:A detta della signora Flint dovevano trovarsi un lavoretto estivo. E ufficialmente era proprio questa la loro intenzione. Come se Aran e Cora avessero potuto anche solo immaginare di rubare una collana, coinvolgere il povero Fez e attraversare il continente. Tutto questo per assistere al più grande evento degli ultimi anni. Ma loro avevano deciso di mettere la testa a posto, lo avevano detto chiaramente e soltanto i malpensanti avrebbero potuto supporre il contrario. I malpensanti… ed Elidana. Perché lei ha sempre qualcosa da ridire.

Ormai sapete che il Fantasy è il mio pane quotidiano, e sapete anche che per me è sempre una gioia scoprire nuovi autori di valore nel panorama italiano, purtroppo spesso non valutato con l’attenzione che merita. La premessa fatta vi fa subito intuire che Crystallum – Sogni Perduti entra di diritto nella mia modestissima classifica di Migliori Fantasy Italiani, i motivi sono molti, scopriamoli insieme.

Innanzitutto, di cosa parla questo libro?

Questa è la storia di un gruppo di 5 ragazzi che parte per un viaggio in estate all’insegna dell’avventura e del divertimento, ma come spesso accade, non fila tutto liscio e i nostri protagonisti si ritroveranno ad affrontare misteri, fughe, soldati e tragedie. In un mondo spaccato in varie realtà diverse, da città immerse nella natura con maestosi alberi dalle foglie colorate, a metropoli super tecnologiche, dove la vita corre ad un ritmo frenetico, ci sembrerà di calcare le stesse strade di questi giovani ragazzi.

“Gli eventi che un tempo mossero il cielo e le stelle ritorneranno e saranno avari di sangue”

IL MONDO – Veniamo ad una delle cose che più ho amato di questo libro, ovvero le descrizioni dei paesaggi. Nei Fantasy la capacità descrittiva è fondamentale per far immergere il lettore pienamente nel mondo creato dall’autore, essendo un’amante dei paesaggi naturali non potevo non innamorarmi di Dremis e la città di Laeth. Nonostante ciò avrei preferito qualche notizia in più sulla storia di questo mondo, la storia della Seorite, dei sistemi Cec e come si è giunti alla divisione geopolitica di questo mondo, ma essendo una saga che prevede sette libri, sono sicura che queste informazioni ci verranno date in seguito.

Situata su una collinetta, in prossimità dell’entrata di Lud, una gigantesca quercia torreggiava sull’intera area: una torcia in fiamme sotto il cielo azzurro, con il vento che ne accarezzava dolcemente la chioma

Inoltre essendo un’amante di sport motoristici non ho potuto non apprezzare la descrizione del Gran premio di Edel, che ci ha fatto conoscere Xanter Roha, e mi ha ricordato una gara di Formula E mista ad un Endurance.

PERSONAGGI – Protagonista indiscusso è Cora, un giovane che porta con se origini sconosciute e misteri, che inizieremo a scoprire pian piano nel corso della storia, a piccole dosi che ,insieme a Camiel è uno dei miei personaggi preferiti, e se avete cominciato a conoscermi, questo è molto strano, ma il mio cuore spera in una svolta dark del personaggio ^^

Ricordiamo che i nostri protagonisti sono dei ragazzini, è normale che facciano scelte ingenue e siano a tratti insopportabili per la loro infantilità, quindi l’evoluzione di (quasi) tutti i personaggi l’ho molto apprezzata. Il personaggio che ho amato meno e che sono arrivata addirittura ad odiare è Marmorel, l’avrei presa a schiaffi in certi momenti (diciamo anche in tutti *.*) . Aran e Elidana invece, li trovavo inizialmente antipatici, ma la loro evoluzione è stata quella che ho apprezzato di più nel corso della storia, sono maturati e abbiamo scoperto dei lati del loro carattere più profondi. Fez è un ragazzo molto impulsivo, non so ancora bene come valutarlo, ma credo che nel prossimo libro ci darà grandi soddisfazioni. Camiel “il guerriero che è fuggito dall’Impero hozmano, scatenando la più grande caccia all’uomo che si siamo ami vista sul continente” e Hyon hanno un posto speciale nel mio cuore, perché nonostante non fossero direttamente coinvolti, hanno rinunciato a tutto per aiutare i ragazzi, hanno preso delle decisioni molto dolorose, e non potrei approfondire quanto vorrei perché rischierei di fare grossi spoiler.

I suoi occhi erano rossi come due cristalli di Seorite; incandescenti come torce accese. L’ambiente si è surriscaldato rapidamente e la camicia che indossava si è bruciata come se fosse un ceppo acceso. Sulla schiena il disegno ha preso vita; si è ricoperto di fiamme. Ho pensato che sarebbe arso vivo, ma era come se quel calore non lo minacciasse neppure”

Concludendo, ho apprezzato molto questa lettura Fantasy variegata di tratti steampunk, ma non è solo questo, è anche un romanzo di formazione, la storia di un viaggio e di un’avventura. La narrazione non è mai lenta né noiosa, lo stile fluido e leggero permettono una lettura veloce. Il finale lascia molta curiosità, molte domande non hanno ancora avuta risposta, ma ricordiamo che come primo libro di una Saga ha il compito di introdurre il mondo in cui ci troviamo e i vari personaggi, ha il compito di darci le basi. Aspetto con ansia il prossimo libro “La Danza dei Quattro”, che vi ricordò uscirà a breve per cui vi consiglio di dare un’opportunità a questa Storia, perché merita davvero.

 

By fenicefralepagine

51Y1HNJdoUL.jpg

Dati:

Genere: Fantasy

Lunghezza: 422pgg.

POV: terza persona

Link

 

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.