Serie A, seconda giornata: Inter e Torino raggiungono la Juventus, pari tra Roma e Lazio, prima vittoria per Genoa, Parma e Verona

Non sono mancati i gol e le emozioni neanche nella seconda giornata di Serie A: l’Inter vince una partita complicatissima in casa contro il Cagliari grazie ai gol di Lautaro e Lukaku. Il Toro non molla e rimonta l’Atalanta dopo la doppietta di Zapata; ancora a quota 0 punti Lecce, Fiorentina e Sampdoria.

L’Inter sblocca il punteggio in prossimità della mezz’ora di gioco grazie al primo gol stagionale di Lautaro, convalidato dopo 2 minuti di colloquio dell’arbitro con la VAR Room per una sospetta posizione di fuorigioco dell’attaccante argentino. Parte meglio il Cagliari nella ripresa, e pareggia i conti con il perfetto stacco di Joao Pedro sul cross di Nandez, ma l’Inter a 20 minuti dalla fine guadagna un calcio di rigore per fallo di Pisacane sulla splendida giocata di Sensi. Freddissimo dal dischetto Lukaku, che esulta rifilando un’occhiataccia ai pochissimi tifosi del Cagliari che gli hanno rivolto i “buu” razzisti. Il Torino fa compagnia all’Inter e alla Juventus in testa alla classifica, battendo per 3-2 l’Atalanta. i bergamaschi rimontano lo svantaggio iniziale con la doppietta di Zapata, ma Berenguer e Izzo firmano la contro-rimonta, che porta i granata a quota 6 punti. Il Genoa batte per 2-1 la Fiorentina grazie ai gol di Zapata e Kouame, rischiando più volte di segnare il terzo gol ai viola, che accorciano le distanze grazie al rigore di Pulgar e sfiorano il pareggio nel finale con il palo di Chiesa. Il Sassuolo stravince contro la Sampdoria grazie alla tripletta di Berardi (che segnò una tripletta ai blucerchiati già nel 2013) e al gol di Traorè. Inutile, per i doriani, il primo gol in stagione di Quagliarella su calcio di rigore, che hanno chiuso la partita in 10 uomini a causa dell’espulsione comminata a Vieira per un bruttissimo fallo su Peluso. Vittorie esterne per il Verona a Lecce (0-1 con gol dell’ex Pessina) e per il Parma a Udine, con Gervinho, Gagliolo e Inglese che rimontano il gol di Lasagna.

Pali e spettacolo nel derby della Capitale numero 151, che termina per 1-1. Al gol su rigore segnato dall’ex di turno Kolarov risponde Luis Alberto, al suo primo gol in questo campionato. È stato un derby straordinariamente emozionante, in cui le 2 squadre hanno colpito complessivamente 6 legni: 3 pali e una traversa colpiti dalla formazione di Inzaghi, 2 legni giallorossi colpiti entrambi da Zaniolo.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.