Il folle e impronosticabile Juventus – Napoli

Incredibile partita allo Juventus Stadium tra i bianconeri di Sarri (ancora assente a causa della polmonite e sostituito dal suo vice Martusciello) e gli azzurri di Carlo Ancelotti. Al termine di 93 minuti intrisi di emozioni è la Juventus a prevalere per 4-3, dopo essersi fatta rimontare i 3 gol di vantaggio guadagnati nella prima ora di gioco. Decisivo per i bianconeri il clamoroso autogol di Koulibaly.

La Juve si presenta con De Ligt in difesa, titolare a causa dell’infortunio al crociato che terrà fuori Chiellini per oltre 6 mesi, Ancelotti schiera Fabian Ruiz trequartista, con l’attacco leggero composto da Insigne, Mertens e Callejon. La prima, grande occasione della partita è per il Napoli: Insigne serve Allan che, dai 16 metri, calcia in maniera potente e precisa con il destro, ma la risposta di Szczesny è meravigliosa. Sul calcio d’angolo successivo, la pallonata di Insigne in faccia a Bonucci fa nascere la ripartenza del gol del vantaggio bianconero: Douglas Costa, innescato da Danilo, fa 40 metri di campo palla al piede e restituisce il favore all’ex terzino del Manchester City, che batte Meret 26 secondi dopo il suo ingresso in campo al posto dell’infortunato di De Sciglio. Il Napoli si demoralizza, la Juve si galvanizza: tre minuti dopo il gol del vantaggio di Danilo, l’ex Higuain si gira in un fazzoletto di campo superando Koulibaly, e calcia in maniera perfetta con un destro potente e angolato. Il Napoli nel primo tempo sparisce dal campo, e la Juve fa ciò che vuole: al 29° minuto Khedira, al termine di un’azione meravigliosa, non trova il 3-0 per via della splendida parata di Meret. Il centrocampista tedesco va vicinissimo al suo primo gol in stagione pochi minuti dopo, quando calcia dal limite dell’area con il destro e centra la traversa a Meret battuto.

Nel secondo tempo il Napoli si presenta con il neo-acquisto Hirving Lozano al posto di Insigne, fermato da un lieve problema muscolare. La musica non cambia ad inizio ripresa, e la Juve trova ampi corridoi sull’asse Alex Sandro – Matuidi – Douglas Costa, quest’ultimo autore dell’assist per il gol del 3-0 di Cristiano Ronaldo, che si libera dalla marcatura di Koulibaly e Mario Rui e trafigge Meret con il sinistro, segnando il suo 1° gol in campionato. Proprio quando tutto sembrava finito, il Napoli trova una reazione d’orgoglio insperata. Il gol del momentaneo 3-1 arriva al 65° minuto su calcio di punizione battuto da Mario Rui: perfetto il suo cross per lo stacco di Kostas Manolas, alla prima marcatura in maglia azzurra. Due minuti dopo Lozano, su assist al bacio di Zielinski, segna il gol del 3-2 all’esordio con la maglia del Napoli e riapre definitivamente i giochi. La Juve trova una rabbiosa reazione con il sinistro meraviglioso di Douglas Costa, su cui Meret è bravissimo ad intervenire smanacciando il pallone sulla traversa, ma il Napoli pareggia i conti all’81° con l’ex Empoli Di Lorenzo, bravo a sfuggire alla marcatura di De Ligt sul calcio di punizione battuto da Callejon. Tutto sembra lasciar presagire ad un 3-3 finale, ma Dybala guadagna un calcio di punizione al 91° subendo un fallo dal neo-entrato Elmas. Pjanic batte il susseguente calcio di punizione, su cui Koulibaly interviene in maniera maldestra: il difensore senegalese, completamente indisturbato, insacca il pallone nella propria porta. Koulibaly il 22 aprile 2018 segnò il gol che decretò la prima, storica vittoria azzurra allo Stadium; un anno e mezzo dopo il suo autogol a meno di 100 secondi dal fischio finale sancisce una sconfitta dolorosa per il Napoli. La squadra di Ancelotti ha subito 7 gol nelle prime 2 partite di campionato: tantissimi per una squadra che deve competere per la vittoria del campionato. Il tecnico azzurro, nella sosta per gli impegni delle Nazionali, deve trovare un modo per fermare questa emorragia difensiva. Juventus 4-3 Napoli è un romanzo incredibile, con un finale horror per il Napoli, mentre la Juve tocca il cielo con un dito. Sarà un bel campionato.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.