Quando la favola diventa realtà. Anna Brancati alla Biennale di Venezia

Intervistata poco prima della partecipazione alla Biennale di Venezia, dalla nostra Rosa Spampanato, Anna Brancati si è subito distinta per la sua semplicità, allegria e disponibilità. Quindi per noi è un onore scrivere nuovamente di lei direttamente dalla Mostra del Cinema Internazionale di Venezia, dove l’abbiamo ammirata sul tappeto rosso.

PHOTO-2019-08-31-18-08-57.jpg

La storia di Anna Brancati è una favola moderna! Una donna pensierosa per tutte le difficoltà quotidiane con cui ha tirato su due figli da sola. Da ragazza in realtà non ha studiato per fare l’attrice. Ha frequentato la facoltà di Costume e Moda all’Università di Urbino. Voleva fare la costumista, poi ha avuto due figli e si è sposata a Manfredonia dove ancora vive. Il matrimonio finisce e lei cerca di coltivare i suoi interessi impegnandosi con le associazioni nel sociale.
Per prima quella contro la violenza sulle donne; per debellare questo problema la nostra società deve ricordare che esiste un altro tipo di violenza, quella psicologica ed economica. Ci sono uomini che non sempre danno i soldi per il mantenimento dei figli. Anna crede che l’abuso economico sia una forma subdola di violenza ed è un modo di prevaricazione meschino. Poi si dedica nella lotta incessante contro le armi e per paradosso si presenta al casting per Gomorra, la serie tv. Da quel momento la sua vita diventa doppia: la mattina esce per fare la spesa al supermercato dove possiamo incontrarla; carica di buste va a piedi fino a casa dove si occupa 24 ore su 24 dei suoi figli e come tutte le mamme è brava a: cucinare, stirare, lavare e rammendare.

Anna ci ha spiato che la sera non la trovi in giro a chiacchierare, ma studia. Ebbene sì studia da autodidatta per i provini a cui si deve presentare perché vuole realizzare l’unica cosa che ama fare da “grande”: l’attrice!

PHOTO-2019-08-31-18-08-56.jpg

Tutto questo in un micro paese del sud! Ce la farà ? La risposta è sicuramente , visto che oggi calca il tappeto rosso della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia con un cortometraggio in concorso girato a Foggia, il cui regista è Giuseppe Alessio Nuzzo e, per la terza volta, accanto ad una grandissima attrice Cristina Donadio, con cui ha già diviso il set di “Gomorra” e de “La Parrucchiera” sul grande schermo.

Inutile dirlo, Anna si destreggia tra due vite distinte e separate in modo egregio ed eccelso: una capofamiglia stile anni ‘50 e un’attrice sui maggiori red carpet d’Italia. non dimentichiamo che è stata ospite all’Ischia Global Festival due anni fa assieme ad Antonio Banderas, Lola Ponce, Aroon Diaz e oggi è sotto lo stesso Lido di Brad Pitt, Jhonny Deep, Scarleet Jhonsson e molti altri.

Se vedete una persona anonima in giro è l’attrice Anna Brancati e se vi capita di vedere un’attrice sulle righe è sempre lei! Con costanza, impegno e determinazione i sogni si realizzano e hanno le sembianze di una stupenda donna in abito blu notte che a passo spedito e fermo raggiunge l’Olimpo.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.