Il candore svelato di Stefano Falotico

Stefano Falotico ci propone il seguito de ” Il diavolo è un giocattolaio ” in cui tutto ciò che è accaduto prima, si ripropone ancora, in maniera sempre più veloce e irrefrenabile.

Sinossi: “Lei simbolizza la peccaminosità più maliarda sensualmente luciferina fattasi carne… Dopo le erotiche avventure narratevi ne ‘Il diavolo è un giocattolaio’, ancora qui vi racconto della torreggiante, bizantina, tetra Venezia, torbidamente sensuale e avvinghiante come un onirico sogno ancestrale,dalle cui maree cupamente ondose, nudamente riemergerà il cadavere infernale di un uomo smarritosi nelle infinità infernalmente languide del suo inarrestabile desiderio passionale e mortale. Riesumato e reincarnatosi nella sua anima dapprima prigioniera della sua notte più morbosamente nera, vagherà evanescente e affranto fra le maestose calli misteriose del dedalico sortilegio perpetratogli con immonda fatalità ingannevole. L’uomo, raggelato ed eternamente pietrificato dall’abissale colpa d’aver contrattato col demonio un patto sanguignamente insincero, irredento, fremerà incandescente per giacer con la concubina universalmente più conturbante e suadente, scarnificato e al contempo illuminato dal suo visionario delirio di sfrenato piacere elevato a spasmodico capriccio sconfinato. Oramai violato per sempre dalla bellezza sbalorditiva d’una donna seducentemente inaudita,stritolato dal vigore frenetico del suo cuore gemente, nell’antro della sua virilità palpitante e ardente, forse ancor infrangerà incosciente ogni residua sua già smembrata, frantumata, sconsacrata innocenza. Svanita eternamente.”

 

Stefano Falotico continua a raccontarci, attraverso un secondo romanzo erotico, la vita e i sentimenti di quest’uomo, completamente perso nella sua peccaminosa esistenza. Dopo aver stipulato un patto col diavolo, ha deturpato completamente la sua anima e per sempre, quest’ultima, sarà malata e infettata, infestata, lussuriosa, alla ricerca del piacere e dell’ebbrezza che la donna del diavolo provoca. Non può fare a meno di sentire la vicinanza della donna che lo ha sedotto, corrotto, ammaliato, avvicinato, abbandonato. La donna che sta con tutti e che lui vorrebbe solo per sé perché vorrebbe possederla e stringerla, vorrebbe che fosse sua per sempre come per sempre la sua anima sarà perduta e continuamente in delirio e in bilico tra un’innocenza perduta e il peccato esplorato e acquistato e che ora fa parte di lui. Peccare è il verbo, il diavolo glielo dice quasi fosse il suo Dio, e lui non può sfuggirgli. Vaga così, tra le pene infernali, tra le scorrettezze della sua anima e tra i desideri che sempre lo porteranno alla donna tanto voluta e ai ricordi della prima volta che l’ha avuta tutta per sé.

Interamente scritto con una grande precisione e una cura per i dettagli, questo romanzo cattura ed intriga come il suo predecessore e non esiste un momento in cui l’attenzione cala verso le parole e il racconto della perdizione dell’anima. Consigliato!

Giudizio: 4/5

 

BE8755F7-0960-4D0F-87CE-4B7FCB2AA8B0

Dati:

Genere: Erotico

Lunghezza: 53pgg.

Casa editrice: Self publishing

POV: prima persona

Link

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.