“Anna Brancati, la favola che si avvera”

“se è un sogno non svegliatemi”

Tra le pagine di Life Factory Magazine oggi ospitiamo Anna Brancati attrice e mamma. Anna è una donna dalle mille risorse, la sua “favola” di attrice incomincia per caso, come tutte le avventure più belle. Dal suo primo provino (avvenuto per gioco) per Gomorra2 alla sua partecipazione al Festival del Cinema di Venezia; Anna si racconterà a noi di LFM in una bellissima intervista. Buona lettura a voi.

Ciao Anna grazie per essere qui con noi tra le pagine di Life. Raccontaci un po’ di te e di come nasce la tua passione per il mondo della recitazione: “in tutta onestà non ho mai avuto una vera e propria passione per la recitazione. Ricordo però che da ragazza ero affascinata da questo mondo e passavo le ore a guardare film e leggere libri d’autore, forse questa mia curiosità ha fatto crescere in me (inconsapevolmente), la voglia di avvicinarmi alla recitazione.”

In Gomorra2 sei la proprietaria della boutique, dove Chanel (boss del quartiere), fa i suoi acquisti. Raccontaci…
“feci il provino per Gomorra con grande naturalezza, senza troppe aspettavive, più per gioco che per altro. Eravamo tantissime persone quel giorno. Nel rientro a casa (in pullman), mi arrivò una telefonata dalla produzione in cui mi annunciavano che ero stata scelta per la serie. Non potevo crederci ero incredula ed emozionata, chiamai subito mio padre e in lacrime dissi : “mi hanno presa”. Non riuscii a dire altro tanto fossi emozionata. Mio padre, poverino all’inizio non capi subito a cosa mi riferissi, nella confusione e nell’emozione delle mie parole aveva capito che mi avessero arrestato o che avessi fatto incidente (sorride). Per noi attori il set fu davvero un’esperienza indimenticabile. Una cura del dettaglio che mi resto impressa,davvero emozionante.”

Raccontaci del film “La Parrucchiera”: “quando venni chiamata per fare il provino con Stefano Incerti, il mio primo pensiero fu: “è uno scherzo” (sorride). Imparai subito il copione e per fortuna andò tutto bene. Il mio ruolo era ispirato ad una prostituta che doveva crescere la figlia da sola in questo mondo così difficile. Ero commossa da questa storia, ma imbarazzata per un ruolo così diverso dal mio essere donna, e da quegli outfit così provocanti. Dopo il primo ciak scappai lontano dalla produzione per non essere guardata a causa del mio abbigliamento così provocante, ma il mio amico Francesco Paolantoni, mi raggiunse e mi fece i complimenti. Dalla gioia scoppiai in un pianto liberatorio. Grazie a questo film fui contattata per ricevere il Premio Malafemmena a Napoli, in più mi fu conferito il premio come “attrice esordiente” in Puglia per il “Gargano Film Festival”, e non finì qui, arrivò anche l’invito all’Ischia Global Festival di Pascal Vicedomini. Posso assicurarvi che mi sentivo come in una favola. ”

Mamma e attrice, come riesci a coniugare il tutto?: “Non è semplice crescere due figli adolescenti e dover girare l’Italia per provini e carpet. Certe volte mi sembra di vivere due vite parallele, due vite a cui però non saprei rinunciare.”

Parlaci dei tuoi progetti per il futuro, dove ti vedremo?
“come dico sempre ai miei figli, io non faccio progetti ma creo obiettivi, questo è quello che consiglio loro ogni giorno. Detto ciò, a fine mese sarò alla 76°Edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Siamo in concorso con il cortometraggio “La Scelta” dove la regia è affidata a Giuseppe Alessio Nuzzo. Il mio ruolo è da coprotagonista, e questa volta non sarò nelle vesti di famme fatale.”

Nel cast troveremo: Cristina Donadio, Anna Brancati, Gina Amarante.

Prima di salutarci e ringraziarti per la tua presenza qui su Life Factory Magazine, hai voglia di aggiungere qualcosa?
“ogni giorno, prego e ringrazio per la favola che sto vivendo, spero solo di non svegliarmi presto da questo sogno meraviglioso (sorride).

Ringraziamo Anna per essersi raccontata a noi di Life e le auguriamo che la sua favola possa continuare all’infinito.

Grazie da Life Factory Magazine ❣️

Si ringrazia Ozèz per le fotografie

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.