Caldo? Mangiar bene diventa essenziale

Oggi vi voglio parlare di alimentazione, ovvero cosa mangiare e cosa evitare di mangiare con il caldo. In molti avete votato l’argomento “alimentazione sana” secondo il sondaggio posto su instagram, dove ha stravinto questo argomento. Per chi volesse partecipare ai prossimi sondaggi degli argomenti trattati potete sempre farlo seguendo il profilo social di Instagram @vale.2884

Le vacanze vanno godute, ma con un minimo di buonsenso e buongusto! Mangiare bene e leggero e soprattutto idratarsi e approfittare degli alimenti che per loro natura sono ricchi di sali minerali e antiossidanti. L’estate è poi anche il momento in cui fare il pieno di vitamina D, sia attraverso l’esposizione al sole sia con il grasso del buon pesce.

CIBI Sì

Anguria: dissetante, contiene poche calorie, antiossidanti come il licoprene e la vitamina C. Toglie quella voglia di dolce. Buonissima con la menta o con il limone.

Cetrioli: drenanti. Se non piacciono provate il cocomero pugliese. Per chi va in vacanza in Puglia, ottime le qualità locali Carosello e Barattiere.

Pomodori: oltre all’alto contenuto di acqua, rallentano l’invecchiamento cellulare.

Germogli: arricchiscono le insalate di enzimi e combattono i radicali liberi.

Insalata greca: meglio della caprese. Pomodori e cetrioli, qualche oliva che aggiunge gusto e grassi buoni, basilico profumato e feta, di gran lunga più digeribile della mozzarella.

Zucchine: un ortaggio poco calorico e ricco di acqua, fonte di sali minerali come calcio, fosforo, ferro e potassio. Contiene vitamina A e C.

Pesce azzurro: insieme al sole, rafforza le ossa. Contiene omega 3, essenziali per il nostro cervello, oltre a un’ottima dose di calcio e vitamina D.

Albicocche e carote: con il loro betacarotene mitigano i danni dell’esposizione solare favorendo un’abbronzatura più colorata e uniforme.

Melone: frutto ottimo contro il gran caldo, la sua polpa succosa è rinfrescante e ricca di vitamina A e C e potassio, benefico per la pressione arteriosa.

Acqua di cocco: per ricostruire le scorte di minerali, bevuta nella sua forma naturale, è una meravigliosa risorsa di potassio, magnesio, sodio e calcio.

CIBI NO

Fritto misto: meglio un’insalata di mare. I molluschi fanno molto bene con i loro omega 3, iodio, calcio fosforo e ferro. Sono cotti a temperatura molto alta e in un olio spesso non ben controllato.

Alcolici: disidratano e appesantiscono il fegato.

Gelati: occhio a quelli confezionati. Molto zucchero e ingredienti sconosciuti. Meglio artigianali o frutta di stagione.

Insalata di riso: meglio preparata in modo “alternativo” a base di riso Venere o rosso, verdure ed erbe miste fresche, olive, ceci oppure uovo sodo.

Bevande gasate: anche quelle “light” contengono troppo zucchero.

Hot dog: il simbolo del fast food consumato altrettanto rapidamente è il killer della cattiva digestione estiva, assieme ad hamburger, panini succulenti e altre delizie. Questi prosciugano l’idratazione del corpo, e fanno venire sempre più sete e risultano complicati da digerire.

Pizza: spesso è indigesta perché lievitata velocemente, condita con oli di bassa qualità.

Affettati: molto salati, contribuiscono alla disidratazione.

Sale: consumare poco sale e preferire sale iodato. La carenza di iodio è ancora un problema: la tiroide condiziona molte funzioni dell’organismo ed ha bisogno del giusto introito giornaliero, garantito dal consumo di soli 5 g di sale iodato.

Spero che l’articolo vi sia piaciuto e non mi resta che augurarvi Buona estate. Un Bacione alla prossima. Valentina.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.