MISS BILLY di Eleanor H. Porter Ed CIGNONERO

Per voi ho letto e recensito il romanzo MISS BILLY di Eleanor H. Porter pubblicato da Ed. CIGNONERO

Da ragazzina ho adorato “Pollyanna” e quando ho scoperto che la casa editrice Cignonero avrebbe pubblicato la traduzione del libro Miss Billy di Eleanor Porter il mio cuore ha sussultato!

SINOSSI: William Henshaw ha quarant’anni, è vedovo e vive in una grande villa insieme ai suoi fratelli minori, entrambi scapoli impenitenti: il gelido e sarcastico Cyril, pianista di fama internazionale, e Bertram, scapestrato pittore ribelle.

La loro vita scorre tranquilla e appagante, finché William non riceve una lettera: Billy, il figlio mai conosciuto di un caro amico d’infanzia, è rimasto orfano. Ha bisogno di un posto dove stare e di una famiglia, e l’unica persona a cui può rivolgersi è proprio William, l’uomo al quale deve il suo nome. William Henshaw non può rifiutare una così accorata e straziante richiesta d’aiuto, soprattutto se arriva dal figlio del suo caro amico ormai morto. Non resta allora che avvertire Cyril e Bertram e preparare le stanze per l’arrivo di Billy. C’è solo un piccolo problema: nessuno di loro ha ancora capito che Billy, in realtà, è una ragazza.

 

«Chi non avrebbe pensato che fosse un ragazzo?» s’intromise Cyril. «Si chiama Billy! Riesci a dirmi per quale motivo un uomo sano di mente chiamerebbe una ragazza Billy?»

Eleanor H. Porter, già acclamata autrice di Pollyanna, disegna dei personaggi forti e indimenticabili, in una commedia degli equivoci romantica e frizzante, che sorprende e si legge d’un fiato.

 

Questo romanzo è stato scritto dall’autrice nel 1911 quindi, a livello temporale, é precedente rispetto a Pollyanna. Billy Nelson ha 18 anni, è stata cresciuta dall’amata zia in quanto orfana di entrambi i genitori. Alla morte della zia si ritrova sola al mondo. Non ci sono parenti che possano accoglierla in casa loro, nessuno a cui possa importare di lei. Finché Billy si ricorda di un uomo, un grande amico del suo adorato papà: lo “zio” William da cui ha ereditato il nome. Suo padre, infatti, era solito chiamarlo proprio Billy.
Con l’innocenza dei suoi 18 anni scrive una lunga lettera allo zio William in cui gli chiede di accoglierla in casa con lui.

William Hanshaw ha 40 anni, è vedovo e vive in una grande casa insieme ai suoi due fratelli più giovani entrambi scapoli: Cyril, pianista di fama internazionale e con una certa avversione per il genere femminile e Bertram scapestrato pittore ribelle.
Alle loro dipendenze ci sono Pete e Dong Ling. Ci troviamo quindi di fronte a universo totalmente maschile.
L’unica figura femminile della famiglia, Kate, sorella di William da anni non vive più con loro in quanto maritata.
Dopo un breve consulto familiare, William accetta di ospitare Billy a casa loro e di prendersene cura, convito però che si tratti di un ragazzo.
Immaginate la sua grande sorpresa quando, alla stazione, si renderà conto che Billy in realtà è una bellissima ragazza.
Se a questo aggiungiamo il fatto che Billy è oltretutto un concentrato di vitalità, di energia, di esuberanza ed entusiasmo possiamo immaginare lo sconvolgimento che porterà all’interno della villa.
Una commedia frizzante e romantica che tra equivoci e colpi di scena vi sorprenderà pagina dopo pagina e che leggerete tutto d’un fiato!
Ho ritrovato molte delle caratteristiche di Pollyanna in Miss Billy: la stessa freschezza, lo stesso entusiasmo, la stessa dolcezza e generosità che caratterizzavano l’eroina della mia adolescenza.

In questo romanzo, però, la protagonista nel corso della storia maturerà, si farà donna, e vivremo insieme a lei questo cambiamento così importante.
La musica, tanto amata da Billy, ricopre un ruolo centrale nel romanzo.
Billy infatti ha la straordinaria capacità di suonare il pianoforte “a orecchio” e di emozionare con le note chiunque la ascolti.

” È tutto così meraviglioso così perfettamente stupendo. Star seduta qui nella mia stanza e preparare una canzone che viene da chissà dove, magari direttamente dal cielo. E poi quella canzone volerà via, lontano, attraverso la terra e il mare, e un giorno toccherà il cuore di qualcuno proprio come ha toccato il mio…

Ma chi toccherà davvero il cuore della nostra protagonista?
Chi le regalerà quel “E vissero felici e contenti” che conclude ogni favola che si rispetti?

Per scoprirlo non vi resta che leggere questo delizioso romanzo.

 

Giudizio: 4/5

 

41aDGWfuynL.jpg

Dati:

Genere: Romance

Casa Editrice: Cignonero (sez. Indimenticabili)

Lunghezza: 156pg.

POV: terza persona

Link

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.