Partita emozionante a Wembley: vince il City ai rigori contro un grande Liverpool

Il Manchester City ed il Liverpool si giocano a Wembley il primo trofeo ufficiale dell’annata 2019/2020: la Community Shield. Scendono in campo le due squadre che nella stagione scorsa hanno dominato il panorama calcistico inglese e non solo: nel 2019 il Manchester City ha vinto la Community Shield, la Premier League, la coppa di Lega e la FA Cup, diventando la prima squadra inglese della storia ad aver vinto il treble domestico (Premier League e le 2 coppe nazionali) e la prima ad aver sollevato tutti e 4 i trofei nazionali, includendo anche la Community Shield dello scorso 5 agosto 2018; il Liverpool lo scorso 1° giugno, dopo una cavalcata trionfale, è diventato campione d’Europa per la sesta volta nella sua storia.

La prima occasione della partita è per il Liverpool: recupero palla di Robertson a centrocampo, Firmino innesca Salah che, da posizione defilata cerca di sorprendere il portiere del City Claudio Bravo, ma manda il pallone a lato. Un minuto dopo Sanè guadagna un calcio di punizione, ma cadendo appoggia male il ginocchio destro, ed è costretto ad uscire dal campo. In situazione di inferiorità numerica, il City passa in vantaggio: cross di Walker verso Zinchenko, sponda verso David Silva, che con il sinistro prolunga verso Sterling. La sua conclusione è centrale, ma la palla passa sotto le gambe di un non perfetto Alisson: è il gol dell’1-0 del City al 12° minuto. Subito dopo Pep Guardiola è costretto a sostituire Sanè con Gabriel Jesus. Le emozioni non mancano: 4 minuti dopo il gol di Sterling, Salah brucia sullo scatto il malcapitato Zinchenko, entra in area di rigore, ma la sua conclusione finisce sul palo esterno alla sinistra di Bravo. Un minuto dopo, Sterling ha l’opportunità del 2-0, ma Alisson stavolta non si lascia sorprendere dalla sua conclusione. Salah è l’uomo più pericoloso del Liverpool, ed al 29° minuto ha la terza occasione per segnare: dopo la doppia deviazione di Stones e Zinchenko sul cross di Origi, Salah aggancia il pallone, ma calcia alto con l’esterno sinistro.

Nel secondo tempo la prima occasione è per il Manchester City: Sterling crossa verso il centro, sponda di Gabriel Jesus per la conclusione di David Silva, che calcia alto. Due minuti dopo Sterling ha un enorme occasione per raddoppiare: lanciato in porta da una verticalizzazione geniale di David Silva, si ritrova da solo a tu per tu con Alisson in posizione regolare, ma colpisce il palo alla sinistra del portiere brasiliano. Dopo il grande spavento il Liverpool non molla, ma attacca e mette paura al City. Al 57° minuto, su azione da calcio d’angolo battuto da Alexander-Arnold, Van Dijk calcia con il sinistro. Il pallone sbatte sulla traversa, rimbalza sulla linea di porta, ma non è gol. Un minuto dopo Salah, autore di una grande giocata, lascia partire un sinistro che si spegne sul palo alla sinistra di Claudio Bravo. Ma Sterling, 3 minuti dopo, ha ancora una clamorosa occasione per il 2-0: Walker recupera il pallone a centrocampo senza commettere fallo su Origi secondo l’arbitro Atkinson, serve con l’esterno l’autore del gol dell’1-0 che punta Alisson, ma non sa se calciare verso la porta o servire un compagno. La sua indecisione permette al portiere del Liverpool di chiudergli lo specchio della porta. Da questo momento in poi il Liverpool costruisce le maggiori azioni da gol, ed al 77° minuto trova il pareggio su azione da calcio piazzato: Henderson batte il calcio di punizione, Walker sfiora il pallone di testa, Van Dijk rimette al centro per Matip che svetta per il gol dell’1-1.

Dall’1-1 in poi è un assedio del Liverpool, ma sulle conclusioni di Keita e Salah Claudio Bravo risponde sempre presente. Il Liverpool ha la più grande occasione per vincere la Community Shield nel 2° minuto di recupero, ancora con Salah: al primo tentativo Stones gli sbarra la strada, sulla respinta colpisce il pallone di testa scavalcando Bravo, ma Walker salva sulla linea in maniera provvidenziale. 94 minuti di spettacolo non bastano a decretare la squadra vincente: si va ai calci di rigore. E’ fatale per il Liverpool l’errore di Wijnaldum dagli 11 metri. Il rigore decisivo viene messo a segno da Gabriel Jesus: Alisson intuisce l’angolo, ma la conclusione dell’attaccante brasiliano è angolatissima. Alla fine è Il Manchester City a festeggiare, mentre il Liverpool deve ricaricare le pile in vista dell’impegno del 14 agosto in Supercoppa Europea contro il Chelsea.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.