Roberta Finocchiaro

Life Factory Magazine ha intervistato per voi Roberta Finocchiaro, chitarrista e cantautrice catanese. Fin da piccola coltiva la passione per la musica e a dieci anni inizia a suonare la chitarra e a scrivere le prime canzoni e in seguito impara a suonare anche il pianoforte. Nel dicembre 2014 Roberta viene notata dalla Tillie Records, etichetta discografica di Simona Virlinzi, sorella del produttore discografico catanese Francesco Virlinzi. A settembre 2016 pubblica il primo album “Foglie Di Carta”. Nel dicembre 2018 esce l’album “Something True”, registrato negli studi della storica famiglia di Sam Phillips a Memphis (Tennessee). Il sound che troviamo nell’album è diviso tra il folk pop di Nashville e il Funk Soul di Memphis, entrambi suoni che arrivano da ispirazioni anni 70. L’album è disponibile negli store digitali, su tutte le piattaforme streaming e nei negozi tradizionali.
Buona lettura a voi.

Quanti e quali sacrifici deve affrontare una giovane donna per amore della musica?
“La vita in generale ti porta in qualche modo a fare sacrifici grandi e piccoli come tutte le altre persone, la vita di un artista è un po’ complicata perché si alimenta di sogni e speranze e molte volte è difficile andare avanti, la pazienza sta alla base di tutto perché nulla arriva subito, Personalmente mi ritengo molto fortunata ad avere una produttrice Simona Virlinzi che mi sostiene e continua a farmi vedere e seguire una strada più che positiva.”

Nel 2016 ti vediamo sul palco del Light Of Day Italia. Raccontaci questa meravigliosa esperienza
“Il Light Of Day è stata un’esperienza molto bella, mi ha dato la possibilità di conoscere molti musicisti e di suonare con loro, mi ha fatto capire che la musica può davvero curare le persone sotto ogni aspetto.”

Hai aperto il concerto di Elisa, quanta emozione si prova?
“Il ricordo di quel concerto è uno di quelli che preferisco, ricordo delle emozioni molto forti perché per la prima volta ho provato la sensazione di salire su un palco enorme con tantissime persone che erano lì soltanto per ascoltare musica e ricordo una bellissima risposta del pubblico.

Nel 2017 vinci il Fiat Music di Red Ronnie e ti esibisci per la prima volta a Teatro Ariston di Sanremo. Quali sensazioni si provano?
“Vincere il Fiat Music è stato inaspettato ma appunto per questo molto bello, è stato molto divertente confrontarmi con altri giovani musicisti italiani e suonare all’Ariston è stato molto emozionante”

Nel Dicembre 2018 esce il disco “Something True”. Raccontaci come nasce questo nuovo progetto e che sound troviamo?
“Something True è un disco che parla di me, descrive la mia anima, avevo la necessità di raccontarmi in musica, i viaggi e la crescita personale e musicale che ha lasciato questo album è molto speciale. Il sound è molto americano è stato registrato a Memphis e quindi ha molto folk e funk con qualche sfumatura di Blues.”

Dove ti vedremo in futuro?
“Sicuramente tornerò in America per registrare un nuovo disco e da lì si vedrà.”

Prima di salutarci e ringraziarti, vuoi aggiungere qualcosa?
“I’m Still Working In Something True”

Grazie da Life Factory Magazine ❣️

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.