Salvatore Serra

La passione per la musica è sempre stata presente fin da bambino, anche se la prima chitarra classica arriva con i primi risparmi derivati dalle paghette, o dai regali dei genitori, già in età avanzata se non erro a 15 16 anni, autodidatta.Ho iniziato a suonare per accompagnare mia mamma che cantava le sere a casa.Studiavo alle superiori e poi a 18 anni mi ritirai per fare il commesso.
Andavo spesso a vedere concerti in zona dalle mie parti.Qui un giorno per caso la svolta, il mio carattere esibizionista mi ha fatto conoscere dei musicisti che mi hanno chiesto di unirmi a loro, la band era composta da 9 elementi, 5 cantanti e 4 musicisti.
Un band diversa ed unica per il tempo in quanto faceva dello show il punto forte, noi cantanti e musicisti eravamo vestiti in maschera, o meglio, ti spiego, io se facevo un brano di Elvis mi vestivo come lui, o se facevo un brano dei Blues Brother ero in abito nero ecc.
E questo valeva per tutti nella band.
Non era solo musica era molto di più.
La gente, il pubblico erano e sono tutt’ora la parte fondamentale di chi ama intrattenere.Presi lezioni di canto con il tempo.La prima band citata ha il nome di CHICKEN SUICIDE, successivamente a questa ebbi l’esigenza do formare una mia, arrivò quindi il turno dei THE CADILLAC band che tutt’ora gira molto le scene del rock’n’roll veneto e non solo.
E come puoi intuire sono un cantante di estrazione vintage, dal rock’n’roll di Elvis e Little Richard a Jerry Le Lewis arrivando al rockabilly degli Stray Cats do Cochran ecc.

Lasciai la band per motivi personali, tutto questo mentre mi dividevo tra il lavoro di commesso e il palco. Decisi qualche anno fa di rinunciare ad uno stipendio e presi in mano il mio sogno. Mi licenziai e avendo io padre e madre sardi, ogni anno scendevo e scendo in ferie li, e all’epoca avevo una band e decisi di trasferirmi nell’isola e vivere di quello. Ho vissuto di musica dal 2014 al 2016 girando parecchio, portando quello che il mio modo di stare sul palco, canto, ballo, mi cambiavo 6 7 8 volte, era qualcosa a cui il pubblico non era certo abituato, e mi ha aiutato molto questo, ho avuto il privilegio di suonare con musicisti conosciuto in sardegna e fuori, persone fantastiche che stimo e rispetto e con cui ho un bel rapporto tutt’ora. Svariate tipologie di musica mi hanno accompagnato lì, dall’acustico all’elettrico.Nel 2016 sono tornato in veneto a casa della mia famiglia.
Ho ripreso gli studi, tutt’ora al serale. Ho formato per gioco una band che per un anno e mezzo è andata abbastanza bene, con musicisti e amici di vecchia data.Diciamo che poi e ad ora è così, e saltata fuori la voglia di cambiare genere, la voglia di fare musica per ME, e non solo per il pubblico.
Sono maturato io come UOMO e come ARTISTA e il cambiamento è la costante della mia vita, musicale e non. Il primo live fatto il 21 Dicembre 2008, da li son successe molte cose.Ad oggi mi sono preso una pausa dai live e sto scrivendo e suonando per me, dando voce a quella che è la mia anima, le mie sensazioni le mie esperienze le mie vicende. Un approccio diverso, non tanto dettato dall’esigenza di dover accontentare il pubblico, ma dal voler dire che cosa sento dentro.

Chi è Salvatore non so bene che dirti, salvatore è una persona semplice con dei valori, che crede nel rispetto delle persone, che crede ciecamente nell’amore e nei sentimenti, che nella vita si è sempre sbattuto per gli altri e per cercare di non far star male nessuno, e sta male lui. Sono una persona semplice, non ho vizi, non bevo non fumo non mi drogo.
Sono un solitario, e cerco spesso un contatto reale con le mie emozioni. anche se per stare al mondo metto la maschera di showman di giullare, e do alla gente quello che vuole. Ormai le persone vogliono essere leggere e non andare nel profondo delle persone, si fermano alla facciata, ed io do a loro questo, ma realmente amo instaurare rapporti che mi tocchino l’anima.

Ringrazio mio padre e mia madre che nel bene e nel male, nei momenti alti e bassi della mia vita, e sono veramente tanti, ci sono sempre stati. Ringrazio chi ha creduto in me si dal primo momento, e ti cito Cristian de Bortoli (il boss) amico e grande chitarrista, ringrazio Davide Zanella altro amico fondamentale della mia vita nonché batterista delle ultime formazioni avute in questi anni.Ringrazio chi ha sempre creduto in me e chi ci crede tutt’ora.
Ringrazio tutti i musicisti che mi hanno supportato negli anni, qua in veneto e in sardegna e soprattutto che mi hanno SOPPORTATO, e sono davvero tanti. Ringrazio tutte le persone che sono venute a vedermi amici e non, che ridono cantano ballano ai live. Ma ringrazio me stesso, perché da quest’anno non ho più ascoltato l’esigenza economica di dover fare live a tutti i costi per aver due soldi, ma ho ascoltato il bisogno reale di far parlare un SALVATORE che solo poche persone conoscono, un Salvatore che nessuno si aspetta.Quello solitario, quello che guarda l’anima propria e quella degli altri. Ringrazio te Rosa Spampanato che stai dando voce alle mie parole e ai miei silenzi e tutta la tua redazione

.
Grazie da Life Factory Magazine ❣️

Annunci

2 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.