Neri per caso 🖤

… Quelli che poi non appassiranno mai… (Neri per caso/fiori)

Il mondo dello spettacolo, vi conosce e per Life Factory Magazine è un onore avervi tra le nostre pagine; potete raccontarci qualcosa di voi?
“Che dire di noi… siamo 6 amici che fanno musica da tutta una vita e che amano quello che fanno. Tutt’oggi siamo continuamente alla ricerca di nuovi stimoli e nuove sfide per portare avanti le nostre emozioni e per condividerle con chi ci ascolta da anni e continua a sostenerci! Sono passati ormai 25 anni dal 1994 ma siamo rimasti quasi gli stessi (non nell’aspetto!)… con l’unica differenza che ora non siamo più 6 ragazzi di Salerno ma 5, avendo accolto da più di 4 anni il napoletanissimo Daniele.”

Claudio Mattone assiste ad una vostra performance in un locale di Roma, e da lì nasce l’idea del nome “NERI PER CASO”, QUINDI VI CHIEDO, CHE SENSAZIONI AVETE PROVATO IN QUELL’ATTIMO?
“la Leggenda narra che in quell’occasione fossimo, per caso, tutti vestiti di nero, e fu proprio questa la risposta che abbiamo dato a Claudio quando ci chiese “perché siete vestiti di nero?”. Da lì è partita la nostra avventura e non immaginavamo nemmeno quanto potesse essere grande e ricca di soddisfazioni. In quel momento in noi scattò la consapevolezza che quello, che per tanti anni era stato solo un sogno, ora poteva avverarsi : fare della musica la nostra vita e il nostro lavoro. Claudio Mattone era (ed è) la storia della musica Italiana. In quegli anni non potevamo chiedere di meglio e sapevamo che avremmo dovuto dare il mille per cento per stare al passo con le sue idee… eravamo coscienti che la nostra vita avrebbe potuto prendere una piega meravigliosa.”

Con la canzone “LE RAGAZZE”, arriva la vittoria di SANREMO 1995. Oggi siete dei veterani dello spettacolo e di SANREMO, che sensazioni lascia un palco così importante a chi lo calca per la prima volta?
“Non importa se sia la prima volta o la decima volta, il palco dell’Ariston ha sempre l’abilità di renderti la vita impossibile! Nel senso buono ovviamente. Tra l’altro siamo stati i primi ad esibirci senza l’aiuto dell’orchestra per cui la responsabilità era doppia. Sapevamo che avremmo fatto qualcosa che non si era mai vista su quel palco e l’emozione fu un fattore determinante. Riuscimmo però a dare tutto quello che avevamo, tutta la nostra gioia e la nostra passione… eravamo piccolissimi, le gambe tremavano ma l’applauso finale del pubblico fu la ricompensa più bella a tutti gli sforzi e i sacrifici che avevamo fatto fino a quel giorno. E da lì è stato un lungo viaggio che continua tutt’oggi.”

La canzone “QUANDO”, è stata interpretata da voi nel lungometraggio della DISNEY, “IL GOBBO DI NOTRE DAME”, e nel film di Eddy Murphy, (La casa dei fantasmi), siete le voci del “CORO DELLE STATUE”. Avete voglia di raccontarci come sono nate queste collaborazioni?
“Siamo praticamente cresciuti con i film della Disney e quando Mattone ci disse che volevano che cantassimo la title track del “Gobbo di Notre Dame” non stavamo più nella pelle per la gioia! Inutile dire che abbiamo subito accettato ed è stata un’esperienza meravigliosa che fortunatamente abbiamo ripetuto più avanti doppiando le statue canterine nella Casa dei Fantasmi con Eddie Murphy, e cantando “siamo amici tuoi” ne il libro della giungla”

Nel 2009 “ANGOLI DIVERSI”, vince il premio di “MIGLIOR DISCO A CAPPELLA EUROPEO, assegnato dall`ASSOCIAZIONE AMERICANA ” CARAS”. Raccontateci le vostre emozioni nel ricevere un premio così importante.
Quel premio fu inatteso anche se a quel disco ci tenevamo e ci teniamo in particolar modo. Ci abbiamo lavorato tantissimo e abbiamo collaborato con dei nomi da brividi! Da Lucio Dalla e Mango (due artisti indimenticabili), a Claudio Baglioni e Gino Paoli, solo per citarne alcuni. Ricevere il “si” a una nostra proposta di collaborazione da parte di artisti del genere è stato un onore immenso, e il risultato finale è andato anche oltre le nostre migliori aspettative. Ognuno di loro ci ha regalato qualcosa di importante, dopo ogni sessione di registrazione eravamo più ricchi di emozioni e di musica.

Nel 2015 avete festeggiato 20 anni di carriera, cosa si prova davanti a un traguardo così importante?
…”è la prova che ci siamo fatti vecchiarelli”! ecco perché abbiamo accolto tra noi un ragazzo come Daniele che ci abbassa un po’ la media! Scherzi a parte, è un traguardo che ci inorgoglisce perché dopo 20/25 anni siamo ancora qui e abbiamo ancora voglia di fare musica, di vivere di musica e di emozionarci col nostro pubblico che ci supporta da sempre, e che non smetteremo mai di ringraziare! La promessa che facciamo a loro e a noi stessi è che fino a che sentiremo in noi la voglia di musica e di stare insieme continueremo a esprimere noi stessi attraverso le nostre voci.

Nel 2018, arriva il duetto con ELIO E LE STORIE TESE, al Festival di Sanremo. Come nasce l`incontro con Elio?
“L’incontro con Elio avviene a Sanremo nel 1996, quando noi presentammo “mai piú sola” e loro “La terra dei cachi”. Ci ritrovavamo la sera a cantare le canzoni dei Beatles (manco a farlo apposta) nella hall dell’hotel Des Etrangers di Sanremo. Ma noi eravamo fan da prima, lo siamo sempre stati e sempre lo saremo. Nel corso degli anni ci siamo visti tante volte, abbiamo collaborato più volte con loro, con Sergio, e poi ci siamo rivisti al concerto di Renato Zero e da lì è partita l’avventura del loro ultimo Sanremo.”

Siete impegnati nel sociale con l`ASSOCIAZIONE MONDIALE, che sostiene le persone con sindrome di DOWN, COOR DOWN. Questo vi fa onore, vi va di raccontarci un po’ di come nasce questa collaborazione?
“è stato un vero onore collaborare con loro! Ricordiamo con molta emozione quel periodo. Registrammo un bellissimo videoclip in cui Salvatore chiedeva a Caterina di andare a vivere insieme (e pare che ad oggi stiano ancora insieme), il tutto accompagnato da noi che cantavamo un brano di Norah Jones. “lavorare” insieme a questi due magnifici ragazzi down è stata un’esperienza che ci ha aperto il cuore, ed è una cosa che ci emoziona ancora.”

Qual è l’incontro più bello o emozionante che il mondo dello spettacolo , vi ha riservato?
“abbiamo avuto la fortuna negli anni, di incontrare molti giganti della musica italiana e internazionale, ognuno dei quali ci ha lasciato qualcosa di importante! Uno degli incontri più emozionanti è stato sicuramente quello con Bobby McFerrin (la nostra guida spirituale!!!). Con lui duettammo durante il suo concerto nella splendida cornice del Ravello Festival e fu una grande emozione. E come non citare il grande Renato Zero che 2 anni fa ci ha ospitato nella sua lunga tournée “Alt in Tour”. È una persona di grande umiltà e simpatia! Con lui è nata una splendida amicizia.”

Davanti a voi avete un giovane artista e ha bisogno di un vostro incoraggiamento o di una “dritta” per iniziare o andare avanti nel mondo dello spettacolo, cosa vi sentite di raccomandare?:
“FUGGI FINCHÉ SEI IN TEMPO! scherzi a parte, non possiamo far altro che consigliare a questo ragazzo di amare davvero fino in fondo la musica e rispettarla. Di studiare e non pensare mai che sia tutto facile o dovuto. Di non smettere di crederci anche quando tutto sembra andare a rotoli. E di godere di tutte le gioie che madre musica sa donare!”

Dietro ogni lavoro ci sono: impegno, sudore, tenacia, sacrificio e rinunce. È vero o c’è anche il fattore fortuna?
“è verissimo! C’è bisogno di attitudine, di tanto sacrificio, lavoro, sudore, passione e determinazione! La fortuna incide non poco sulla riuscita di ogni cosa. Si dice sempre che la botta di c… arrivi quanto si è al posto giusto al momento giusto, ed è vero. Ma bisogna essere pronti a coglierla al volo, la fortuna. Per cui non si arriva all’obiettivo solo “per caso”.”

Life Factory Magazine sostiene alcune associazioni contro il bullismo e il femminicidio, tra queste JoyFul Heart Foundation di Mariska Hargitay, protagonista di Law & Order SVU. “Il bullismo e femminicidio sono piaghe sociale in aumento, come è possibile sradicare questo esecrabile atteggiamento:
siamo, anche noi, molto sensibili a questo argomento. Alla base di tutto bisogna che ci sia sempre il rispetto verso il prossimo! Un essere umano è un nostro fratello e non una marionetta. Nessuno ha la vita di un altro individuo nelle sue mani. La sensibilizzazione è importante tanto quanto lo è denunciare. Bisogna partire dalla base e non avere mai paura di urlare a tutti la propria libertà di essere umano.”

“WE LOVE THE BEATLES”, è il vostro nuovo disco, raccontateci un po’ com’è nata l’idea di questo nuovo progetto.
“ognuno di noi ha dei gusti musicali diversi… passiamo dal soul al jazz, dal reggae al metal. Ma abbiamo due punti fermi che ci mettono d’accordo: uno è sicuramente Pino Daniele che ci ha formato anche artisticamente come musicisti, e l’altro sono proprio i Beatles. Abbiamo sempre ammirato questo gruppo e amiamo praticamente ogni loro brano. Dedicare un intero disco a loro è un’idea che abbiamo sempre avuto in testa e finalmente siamo riusciti a farlo concretamente. Il difficile è stato scegliere i brani da cantare perché ce ne sono così tanti da riempire mille album. Nel disco ci sono alcuni brani ultra famosi e altri che ci abbiamo nel cuore da sempre. Speriamo di essere stati all’altezza, sicuramente abbiamo messo in questo disco tutto l’amore che proviamo per loro”

I prossimi progetti che avete in agenda?
“ogni anno è un lungo viaggio fatto di concerti in giro per l’italia. Oggi la priorità è il disco “We love the Beatles” che speriamo di portare il più lontano possibile. Poi, per il futuro, sicuramente ci saranno altri progetti… chissà magari qualcosa in napoletano per rendere omaggio alla meravigliosa musica della nostra terra e tante altre idee che culliamo nella nostra mente. Giocare con le voci è una cosa che non ci stanca mai.”

Grazie da Life Factory Magazine ❣️

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.