La mano nera della giustizia – Alessandro Carta

Dove la legge non riesce ad arrivare, solo la mano nera della giustizia può intervenire.

Sinossi: Torino, centro abitato dal fascino unico, dal sapore che oscilla tra la sobrietà e il lusso tipico della città ottocentesca, dove sono passati imperatori e nati regni, è oggi città d’arte malavitosa invasa da immigrati di ogni dove, divisa tra società criminali, bande e mafie, specialmente quella calabrese che con la sua fame inarrestabile sembra non voler lasciare più niente a nessuno. Nella bolgia totale garantisce un po’ di giustizia, a modo suo, uno sbirro spietato e corrotto intrappolato nelle sue dinamiche, tra i pochi che sa davvero in che verso girano le cose, Nazzareno Amendola. Una storia passata ormai da sette anni lo tormenta. Quando ormai sembra essersi rassegnato ecco che qualcosa inaspettatamente comincia a muoversi, si inizia a sentire nuovamente l’odore della verità, che in questo caso è tutt’altro che buono, tornano a galla fatti che puzzano di marcio e rischiano di trascinare il protagonista in un baratro senza via di ritorno.

“Torino non è un luogo che si abbandona”.

Con queste parole di Nietzsche si apre il romanzo di Alessandro Carta, che ci mostra il lato più oscuro e nascosto della Torino odierna, il lato in cui la mafia e la malavita regnano sovrane. La storia ruota intorno alla figura di Nazzareno Amendola, un poliziotto fuori dagli schemi e dai metodi di indagine decisamente poco ortodossi. Le sue notti e i suoi sogni sono inquieti, infestati dai fantasmi del suo passato, da un mistero rimasto irrisolto e insabbiato in strane circostanze. Il peso della morte dell’amico e collega continua a gravare sulla coscienza di Amendola, che è determinato a portare alla luce la verità, a qualsiasi costo. Ma le cose sono molto più complicate di come pensava e il prezzo da pagare sarà altissimo…

Lo stile dell’autore è sintetico, essenziale, a tratti così crudo da risultare quasi doloroso e fin troppo realistico, con espressioni dialettali che accentuano ulteriormente il “verismo” della storia. La trama è elaborata con cura e attinge da diversi generi: detective stories in primis, ma anche thriller e avventura. Gli eventi si susseguono rapidamente, senza dar tregua al lettore, che si ritrova così al fianco di Amendola per indagare con lui in prima persona.

Un romanzo ideale per chi ama romanzi noir o polizieschi e misteri da risolvere.

Voto: 5/5

 

Caterina Franciosi

 

downloadcover.jpg

Dati:

Genere: Romanzo giallo

Lunghezza:

Editore: Edison Publishing

POV: terza persona

Link

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.