VERO A METÀ

“Siamo angeli che cercano un sorriso”

(Pino Daniele Quando, 1997)

 

“il nome del gruppo nasce da una mia idea (chi parla è FABIO FEDERICI, leader del gruppo), cercavo qualcosa che avesse a che fare con la verosimiglianza e che aderisse all’immagine e alla storia di PINO DANIELE. Così mi è venuto in mente di fondere il nome di un album storico come NERO A META’ con il termine VEROSIMILE, il nostro voler essere vicini alla sua musica, ai suoi suoni, ai suoi arrangiamenti, cercando di assomigliare vocalmente senza imitare, di cogliere le sfumature più belle della musicalità di Pino, rispettando le diversità di timbro e di estensione vocale. Nascono così i VERO A META’, con la voglia, la consapevolezza e l’umiltà di voler semplicemente suonare le melodie di PINO, la certezza di sapere che nessuno canterà mai o scriverà mai come lui.”

COM’È COMPOSTA LA BAND: “Del nucleo originale della band siamo io (FABIO FEDERICI-voce e chitarra), GIAMPIETRO QUARANTIELLO (chitarra) e ANTONIO TRUONO (batteria). Giampietro suona splendidamente la chitarra, riproducendo col suo stile i riff più famosi dei brani di PINO, cercando di rispettarne i suoni e la tecnica. Antonio è il motore del gruppo, trascina la ritmica sugli stili dei vari importantissimi batteristi che hanno contribuito negli anni alla musica di Pino. Io canto e SUONO.
La formazione attuale ormai stabile vede oltre a noi tre (io-Giampietro ed Antonio) anche ROBERTO PATACCHIOLA (pianoforte e tastiere, su alcuni brani anche basso). Roberto è un pianista dotato di una sensibilità e di una musicalità particolari, le sue armonie sono sempre coinvolgenti, è un musicista poliedrico sempre proiettato verso l’innovazione e la melodia. GIANLUCA CAETANI (sax) è un musicista molto dotato, consente al gruppo di effettuare quel salto in avanti con l’inserimento di brani storici con cui i sassofonisti di Pino si sono cimentati. Rende il tutto molto fluido e oserei dire raffinato”.

DA QUANTI ANNI SIETE INSIEME: “Siamo insieme dal 2004, da quando acquistai una chitarra e la portai da un ragazzo che faceva e fa ancora oggi il liutaio. Volendone sentire il suono mi chiese di fare qualche accordo ed io, neanche a dirlo, suonai un brano di Pino. Lo riconobbe e mi chiese se volevo unirmi con lui e con alcuni suoi amici che provavano in uno studio . Ci trovammo subito a meraviglia e fondammo un gruppo di sei elementi: chitarra, chitarra e voce, percussioni, batteria, basso e pianoforte”.

QUANDO NASCE LA PASSIONE PER LA MUSICA :

“la passione per la musica l’ho avuta precocissimo, avevo 6 anni e partecipai ad una gara canora ma ero più interessato ai musicisti, al cosiddetto “complesso” e soprattutto agli strumenti. La forma, il colore e soprattutto il suono della chitarra elettrica erano per me una calamita. La guardavo, divorandola con gli occhi mentre il chitarrista la suonava. Per la promozione in prima media chiesi in regalo una chitarra e me ne comprarono una economica pensando che potessi stancarmi presto ma io invece me ne innamorai, non me ne separavo mai. All’inizio sapevo suonare solo su una corda , suonavo il tema de IL PADRINO, pian piano scoprii l’accompagnamento, prendendo suggerimenti e consigli da amici che conoscevano gli accordi.”

COSA FATE AL DI FUORI DEL GRUPPO: “Al di fuori del gruppo svolgiamo tutti una professione, chi è impiegato in istituti privati, chi è statale e chi insegna. Il lavoro ci consente di vivere e di avere una famiglia, e anche di poter vivere la musica come passione” .

COSA PROVATE QUANDO SIETE LÌ SUL PALCO: “L’emozione che si prova a salire su un palco, è, sempre diversa,ogni sera , di fronte a persone diverse in città sempre diverse, persone che ti ascoltano per rivivere ancora i loro ricordi, la loro vita in una canzone di PINO. Questa è una grande responsabilità e noi la sentiamo veramente ogni sera. Suoniamo Pino Daniele con il cuore, emozionandoci ancora ogni volta per un accordo, per una melodia o per i suoi splendidi testi, spesso autentiche poesie.

RICORDI PASSATI A CUI SIETE LEGATI: “Il primo incontro con PINO a Napoli. Giusto qualche parola ma piene di sentimento. Pino presentava LA GRANDE MADRE, un disco al quale teneva particolarmente essendo uscito dalla sua etichetta discografica personale. Al secondo incontro venne anche Giampietro, eravamo a Roma e PINO presentava in quella circostanza il CD del concerto live del 2008 tenuto in Piazza del Plebiscito a Napoli. Per scelta non abbiamo voluto chiedere a Pino la solita foto di rito (vedendo anche molti spettatori che insistevano e si agitavano). Non ci pentiamo di non avere una foto con PINO perché anche lui aveva un carattere riservato ed ha apprezzato il nostro gesto, così quello che ci resta è il ricordo del suo sorriso e le sue parole che ci danno ancora a distanza di anni , una grande emozione. Come l’emozione provata al P.A.N. (Palazzo delle Arti Napoli), durante la mostra del Rock, di fronte ad un pubblico di veri appassionati e alla presenza dei famigliari di PINO. O l’emozione di suonare ad ISCHIA come clou della serata, alla notte bianca sullo stesso palco dove si erano appena esibiti artisti ben più grandi di noi. Come l’emozione provata a Modena nella rassegna VAI-MO o a Buonconvento (Siena), nella terra Toscana in cui Pino ha vissuto gli ultimi anni e in cui riposa. L’emozione provata ancora a Napoli dove con noi al piano c’era il maestro ERNESTO VITOLO (pianista di PINO DANIELE) nel corso di una serata che vedeva esibirsi anche il maestro EDOARDO DE CRESCENZO con il suo tour jazz. Emozioni indescrivibili, ricordi che restano indelebili nel nostro cuore e nei nostri occhi.Lo scorso agosto poi ancora una grande emozione esibendoci allo stadio di Latina su un palco magnifico e di fronte a 2000 persone, con al basso un ospite speciale come GIGI DE MARTINO, sceso appositamente da Milano“.

COLLABORAZIONI PASSATE A CUI SIETE LEGATI: “Con Giampietro ed Antonio abbiamo fatto anche esperienze in studio di registrazione, collaborando in tre brani con un’artista come VALERIA BELLEUDI, che proprio in questi giorni sta concludendo la tournée trionfale italiana ed Europea che l’ha vista protagonista del Musical FLASHDANCE.”

PROGETTI FUTURI: “Lo scorso Aprile abbiamo iniziato tutti insieme a lavorare su due brani miei, registrandoli in studio. Il lavoro non è ancora concluso, mancano alcune tracce e il missaggio finale ma siamo pienamente soddisfatti del risultato.”

“Per concludere direi che siamo cinque amici molto uniti ed appassionati, persone ormai adulte ma che conservano nel cuore e negli occhi le stesse emozioni di quando si era ragazzini.”

“La musica di Pino Daniele è qualcosa che rimarrà per sempre un patrimonio.”

GRAZIE DA LIFE FACTORY MAGAZINE ❣️ e grazie a Fabio Pirazzi per le foto



Categorie:Musica

Tag:, ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: