GIORGIA FERRERO

“… i giovani vanno educati alla bellezza fin da piccoli…” (Giorgia Ferrero)

Il mondo la conosce e per Life Factory Magazine è un onore averla tra le nostre pagine; può raccontarci qualcosa di lei:
“Sono un’attrice che lavora da quasi 15 anni; mi sono trasferita a Roma molto giovane per studiare e iniziare a fare questo mestiere.Come tutti, ho fatto diversi lavori tra cui la commessa, la cameriera, la segretaria presso uno studio di avvocati ecc.. e nonostante faccia, l’attrice da diversi anni, incontro ancora parecchie difficoltà , ma questo è il mestiere che mi sono scelta. Spesso, pensi di aver fatto un bellissimo provino, ricevi complimenti dal casting o dal regista ma per qualche ragione non vieni presa e i fattori in gioco sono sempre tanti. Quindi il nostro, non è un mestiere affatto facile, e proprio perché lo amo non mi sono mai arresa. Cerco sempre di migliorarmi come attrice e come persona studiando, lavorando e facendo esperienze di vita. In questi ultimi anni,sono diventata più riflessiva e mi pongo spesso domande alle quali cerco di dare una risposta ma mi sento sempre alla ricerca di qualcosa. Ha influito molto la morte di mio padre, avvenuta due anni fa e adesso cerco di passare più tempo con le persone che amo. E soltanto quando perdi una persona cara che ti accorgi che il tempo che hai passato con lei non è stato abbastanza. Non hai detto tutto quello che volevi, non lo hai visto invecchiare perché eri lontana. Sono in questa fase in questo preciso momento della mia vita..in viaggio.. Ma come dice Vasco “forse la vita non è stata tutta persa, forse qualcosa si è salvato, forse non è stato tutto sbagliato, forse era giusto cosi”

Qual è l’incontro più bello o emozionante che il mondo del teatro e del cinema le ha riservato:
“Venire a contatto con i grandi autori e maestri del passato e anche di alcuni contemporanei credo sia stato l’incontro più bello della mia vita. Parlo di Checov, Tolstoj, Stanislavskij, Pinter ma anche Paul Auster, Sam Shepard e Mamet ai quali devo molto, così come ai grandi registi del passato, Kiesvloskij e Bergman a esempio e alcuni del presente. Ricordo ancora quando feci quell’unico provino con Marco Bellocchio. Non ricordo tanto il provino quanto quel primo incontro, il suo mondo e il nostro modo di rapportarci. Fu un’esperienza per me anche se non fui presa. Sono passati 12 anni e non ho più avuto modo di incontrarlo lavorativamente parlando.
Questo sicuramente è un grande rimpianto. Chiaramente c’è stato l’incontro con Sorrentino. Una grande emozione lavorare con un genio, aver superato tre provini e aver avuto, l’opportunità di far parte del cast di un film che ha vinto l’Oscar. E poi, ovviamente l’incontro col teatro che è avvenuto prima del cinema. Parlo come attrice e anche da spettatrice. Non ce n’è uno in particolare che mi abbia colpito, o forse sì, perché ho visto tanti spettacoli alcuni meravigliosi, altri meno ma, come attrice, posso dire che, per me, la grande esperienza creativa accade in teatro dove c’è la totale dedizione e immersione con la creatività e l’energia di un gruppo e poi l’incontro col pubblico che è qualcosa di magico e sacro.
Difficile da spiegare. Ecco, uno spettacolo che non dimenticherò : Skylight di David Hare al Wyndham’s Theatre di Londra.”

Con il film “La grande bellezza” – ricordiamo premio Oscar 2014 come migliore film straniero – ha lavorato con dei grandi del cinema come: Sorrentino, Sabrina Ferilli, Carlo Verdone, Toni Servillo e tanti altri; che esperienza è stata e che emozioni le ha lasciato:
“Come ho già detto sopra, l’incontro con Paolo Sorrentino è stato importante. Lui era uno di quei registi in cima alla mia lista. Sono una che fa liste, sì(sorride) Oltre ad aver lavorato al fianco di Toni Servillo che è un grande professionista come tutti sanno, e conosciuto Verdone, ho incontrato anche altre mie colleghe e, ad oggi, siamo diventate molto amiche. È stata una grande esperienza professionale ma anche umana. Un set importante ed enorme, sono molto grata a Sorrentino per avermi scelta”

È una donna e attrice. Quali sono le difficoltà che può aver incontrato durante il suo percorso lavorativo:
“Ecco lo hai appena detto, donna e attrice. C’è ancora molto lavoro da fare, nel nostro paese e non solo. Le difficoltà sono tante in qualsiasi ambiente lavorativo, forse nel mondo dello spettacolo si pensa ci sia maggiore superficialità ed è vero fino ad un certo punto. C’è ovunque la si voglia vedere. Non sono mai scesa a compromessi e quindi la strada è più in salita ma sono dell’idea che ci sono grandi professionisti intelligenti e persone di cultura che hanno un grande rispetto verso il lavoro. Ci sono quelli che ci provano ma basta dire di no e andare avanti per la propria strada. Vorrei che scrivessero più ruoli femminili soprattutto nel cinema e ci batteremo per avere la parità salariale.

Quando il mondo dello spettacolo (cinema, televisione, teatro), per i bambini e gli adolescenti, può essere un modello?:

“Innanzitutto sarebbe doveroso da parte dei genitori portare i propri figli, fin da piccoli, a teatro o comunque a fare delle scelte di qualità ,intendo sia nella letteratura che per quanto riguarda il cinema e la tv. Insegnare e sforzarsi di avere una propria visione riguardo al mondo e alla realtà che ti circonda. Ovviamente non è cosa facile. In televisione, purtroppo, ci sono sempre meno trasmissioni di cultura e approfondimento se non alcuni. Di sicuro non sono da prendere come esempio i reality, non che abbia qualcosa contro ma non sono modelli né per i bambini né per gli adolescenti. Mi ricordo ancora quando la domenica pomeriggio mia madre mi faceva vedere i film di Fellini che trasmettevano nel pomeriggio , oggi se va bene li vedi alle 2 di notte. I giovani vanno educati alla bellezza fin da piccoli.

Davanti a lei ha un giovane artista e ha bisogno di un suo incoraggiamento o di una sua “dritta” per iniziare o andare avanti nel mondo dello spettacolo, cosa si sente di raccomandare?:
“Oggi a un giovane che vuole intraprendere questa carriera, gli direi di studiare, studiare e studiare iscrivendosi ad una buona scuola di recitazione e di non smettere mai di imparare. Si impara tutta la vita. Direi anche che questo è un lavoro fatto di tanti sacrifici, di porte sbattute in faccia e di tanti no, almeno all’inizio, ma i no sono quelli che ci fanno crescere, quelli che ci rendono ogni volta più forti e ci danno il coraggio di provare ancora e poi ancora. Gli direi di non arrendersi mai anche tra mille difficoltà e di non rinunciare ai propri sogni. Se una persona è tenace e crede in stesso prima o poi la vita ripaga i tuoi sforzi e ti premia”

Dietro ogni lavoro ci sono: impegno, sudore, tenacia, sacrificio e rinunce. È vero o c’è anche il fattore fortuna?
“Be’ chiaramente come si dice “essere al posto giusto nel momento giusto” è una grande verità. Certo la fortuna conta, ma più di tutto conta il resto… ovvero l’impegno, il talento e la determinazione.

Quanto è fondamentale il dialogo tra uomo e donna, tra ragazzi e ragazze, ma anche tra ragazzi e genitori?:
“Il dialogo è sempre importante tra esseri umani, oggi a causa dei social, purtroppo, la comunicazione sta cambiando ma sono dell’idea che la conversazione vis a vis, ascoltarsi, aiuti e vinca sempre. Io non sono madre ma sento da alcune mie amiche che i figli si chiudono in camera o escono pochissimo e questo è sbagliato. Anche se i social sono importanti se usati nel modo giusto (io sono social) niente e nessuno potrà sostituire l’odore, il profumo o il guardarsi negli occhi tra due persone.

Life Factory Magazine sostiene alcune associazioni contro il bullismo e il femminicidio, tra queste JoyFul Heart Foundation di Mariska Hargitay, protagonista di Law & Order SVU. Il bullismo e femminicidio sono piaghe sociali in aumento, come è possibile sradicare questo esecrabile atteggiamento:
“Intanto complimenti per il vostro impegno sociale. Io da anni, porto in giro nei teatri uno spettacolo sul femminicidio insieme al Generale Garofano e ho fatto molta ricerca oltre a studiare il fenomeno. Quello che mi sento di dire è che questi argomenti andrebbero trattati nelle scuole per sensibilizzare, fin da piccoli, i ragazzi. Far capire loro quanto è importante il rispetto verso l’altro, la non prevaricazione e aiutarli ad avere dei modelli di riferimento. Questo è compito non solo degli insegnanti ma in primis dei genitori. Credo che oggi ci sia una crisi d’identità da parte degli uomini, dove è un po’ venuto a mancare il ruolo che ricoprivano in passato, proprio perché la donna si è emancipata anche se, per noi, la strada è ancora lunga e la società rimane ancora maschilista.

Quanto la parola di una persona famosa, come lo è lei, può essere di aiuto per alcune donne che non hanno e non riescono a trovare la voce, ma soprattutto la forza per alzare la testa:
Ti ringrazio, ma non esageriamo. Io mi batto affinché le donne trovino il coraggio di denunciare, di non avere paura e capire che quella persona non cambierà grazie a noi. Non saremo noi a cambiare gli uomini violenti e saremo sempre vittime fino a quando non faremo sentire la nostra voce. Sicuramente le forze dell’ordine, proprio per il ruolo che ricoprono, hanno il dovere di aiutarci anche solo per uno schiaffo subito ma spesso, invece, danno importanza alla vicenda quando già questa, ha raggiunto dei livelli incontrollabili. Abbiamo bisogno di più sovvenzioni per i centri anti-violenza perché quasi sempre sono loro che ci danno forza, protezione e ascolto rispetto alle forze dell’ordine. Voglio dire alle donne che subiscono violenze di non aspettare, di non sentirsi in colpa e che quelle sbagliate non siamo noi. Dobbiamo imparare a volerci più bene”.

I prossimi progetti che ha in agenda?
“A breve sarò sul set per girare un cortometraggio, ho dei progetti teatrali e attendo risposte per dei provini importanti che ho fatto. Questa è la vita di un’attrice.”

Grazie da Life Factory Magazine ❣️

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.