Chiara Penco campionessa MMA

Oggi abbiamo l’onore di ospitare, tra le nostre pagine, la bella e talentuosa Chiara Penco,  campionessa MMA. 

Per prima cosa raccontaci di te: “Buongiorno lettori di Life Factory Magazine. Sono Chiara Penco, ho 23 anni, sono una professionista nelle Arti Marziali Miste (MMA). Ho un contratto con una promotion sudafricana a livello mondiale che si chiama EFC (Extreme Fighting Championship). Sono l’unica donna italiana ad aver vinto un Titolo Mondiale da professionista nelle MMA e mi ritengo il precursore donna/fighter in Italia di questa disciplina.”

Qual è l’incontro più bello o quello più sofferto: “L’incontro più bello e sofferto è stato sicuramente quello dove ho vinto il Titolo Mondiale nel marzo 2018 a Johannesburg (Sud Africa) contro una sudafricana molto più esperta di me; ho chiuso il match al 4°round per leva al braccio (armlock) dopo una grande guerra dove ho messo cuore e anima.”

Lo sport può essere: un insegnamento, un aiuto, un rifugio, uno sfogo. Quando si trasforma da una sana competizione ad atti che è meglio dimenticare?: “Bisogna capire e comprendere qual è lo spirito delle MMA per rispondere a questa domanda. La disciplina, la dedizione, la fatica, il rispetto per se stessi e per gli altri stanno alla base di questa disciplina; non bisogna però dimenticare che è uno sport che si basa su pugni, calci, finalizzazioni ecc. quindi ci deve essere la voglia di vincere e fare male all’altro, ma per noi fighters questo è un aspetto quotidiano della nostra vita.”

The-winner-is...Chiara-Penco-photo-credit-Alice-Cannara.jpg

Per te cosa significa essere una donna nello sport, quali sono le difficoltà incontrate: “Essere una donna nel mio sport ha dei lati positivi e dei lati negativi. Per quanto riguarda quelli positivi, è uno sport che non molte donne praticano quindi c’è meno concorrenza e se sei brava veramente hai molte più possibilità di un uomo di arrivare all’apice. Gli aspetti negativi stanno nel fatto che è pieno di pregiudizi verso le donne che praticano MMA, viste spesso come omosessuali o come fenomeni da baraccone. Quindi abbiamo molte più responsabilità, combattere i pregiudizi e sensibilizzare le persone.”

Davanti a te hai un/una piccolo/a sportivo/a che vuole iniziare uno sport e ha bisogno di un tuo incoraggiamento o di una tua “dritta” cosa ti senti di raccomandare?: “Allenati SEMPRE! Se ti piace, se ti senti portato, allenati! Contro tutto quello che può succedere, perché fare uno sport che ti piace con dedizione porterà sicuramente da qualche parte.”

Il lavoro che c’è dietro la tua preparazione sportiva: “Il lavoro che svolgo nella preparazione sportiva mi impegna 365 giorni l’anno, per migliorare ogni giorno la mia tecnica e la mia preparazione fisica e mentale. Quando mi viene assegnato un match, col mio coach Massimo Rizzoli, lavoriamo di più su un allenamento specifico in base all’avversaria che mi troverò davanti e sulla resistenza fisica.”

L’avvenimento più bello o curioso che ti è successo negli anni di attività sportiva: “Poter rappresentare l’Italia all’estero in una promotion importante come la EFC è stata una notizia fantastica. Il mio allenatore mi chiamò mentre ero a casa per dirmi che saremo andati in Sud Africa a combattere per il Titolo e dall’emozione mi misi a piangere.”

000kiara.jpg

Grazie Chiara e in bocca al lupo per i tuoi prossimi incontri:Grazie a voi

 



Categorie:interviste, Senza categoria, Sport

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: